Energia dalla pipì, ecco l’invenzione di 4 ragazzine africane

di Chiara Greco del 8 maggio 2013

Trovare fonti energetiche alternative è un impegno costante per scienziati e ricercatori di tutto il mondo ma può succedere che ci si trovi a dover fare i conti con pochissimi strumenti e povere risorse. Ecco allora che l’ingegno sta nel trovare oggetti o materiali comuni per farne un uso non convenzionale.

E’ il caso dell’invenzione proposta all’evento Maker Faire Africa, dove quattro ragazzine africane, motivate dall’interesse di mettere a disposizione nuove fonti di energia rinnovabile per la propria comunità, sono state premiate per la loro idea.

GUARDA ANCHE LE: peggiori energie alternative

Le quattro adolescenti, non ancora diplomate, avrebbero trovato la possibilità di ricavare energia da una fonte speciale e, allo stesso tempo, disponibile per tutti: la pipì. La curiosa invenzione, nata dall’ingegno delle quattordicenni Duro-Aina Adebola, Akindele Abiola, Faleke Oluwatoyin e Bello Eniola, sarebbe un generatore di energia in grado di estrarre particelle di idrogeno dall’urina.

SCOPRI ANCHE: Fonti di energia alternativa: quali le più curiose

Costituito da una cella elettrolitica, il particolare dispositivo sarebbe in grado di separare l’idrogeno da un litro di urina, pulirlo con un filtro per l’acqua ed estrarlo attraverso il cilindro a gas. Compresso in un cilindro contenente borace liquida, che ne rimuove l’umidità, l’idrogeno diventa puro per essere poi trasformato in energia elettrica.

A sua volta alimentato da una piccola quantità di energia elettrica, il generatore a base di pipì sarebbe in grado di sviluppare ben 6 ore di energia da un solo litro di urina, praticamente la metà del quantitativo prodotto quotidianamente dall’organismo umano.

Se l’invenzione delle quattro ragazzine fosse risolvesse anche i rischi connessi a concentrazioni di idrogeno troppo elevate in uno spazio ridotto, potrebbe diventare anche uno stimolo per ideare nuovi sistemi di approvvigionamento energetico che sfruttino risorse a disposizione di tutti o l’energia prodotta dal nostro corpo.

Non c’è che dire, la fonte energetica scelta in questo caso è inesauribile…

LEGGI QUESTO: Ricavare idrogeno dall’acqua tramite impianto solare

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *