Il ponte di plastica che si costruisce in due settimane

di Claudia Raganà del 3 gennaio 2013

La visionaria start-up gallese Vertech Ltd. ha realizzato un progetto che, a raccontarlo, potrebbe sembrare folle e irrealizzabile: costruire un ponte utilizzando plastica riciclata.

Cinquanta tonnellate di rifiuti plastici sono stati trasformata in travi che andranno a comporre questo passaggio, per una lunghezza di circa 30 metri, in grado di sopportare anche il passaggio di veicoli pesanti.

FOCUS: Un albero di Natale alto 12 metri e fatto con 40,000 bottiglie di plastica riciclate

Il ponte è stato installato come attraversamento del fiume Tweed, a Easter Dawyck (Galles) e porta una serie di vantaggi per quanto riguarda l’esigua manutenzione e cura (non servono né ristrutturazioni, né verniciature di restauro); tutto il materiale riciclato proviene dalle discariche limitrofe o dalla Cina.

I tempi di realizzazione sono altrettanto incredibili: quattro giorni per creare ed assemblare il materiale, appena due settimane per installarlo e metterlo in opera.

Mentre il ponte di plastica è già in uso, la Vertech ha in cantiere nuovi progetti che potrebbero rimpiazzare tutti i classici materiali di costruzione (acciaio, ferro, cemento), tra cui il legno compensato e i laminati, che avrebbero un impatto minimo sull’ambiente. Il ponte ha già dato il suo contributo, trasformando 90 tonnellate di rifiuti in una struttura architettonica di tutto rispetto…

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *