Notizie

Everest più tutelato contro le scalate per tutti

L’Everest più tutelato contro le scalate per tutti grazie ad una speciale task force che deve controllarne lo stato, rivedere e aggiornare la mappatura delle cime e delle vie ferrate ed eventualmente chiudere passaggi pericolosi o dotati di materiale vecchio.

Everest più tutelato contro le scalate per tutti

Sempre più danneggiata dall’alpinismo di massa, la cima più alta del Mondo ha peggiorato le sue condizioni anche per i cambiamenti climatici che rendono i suoi ghiacciai meno solidi del passato.

LEGGI ANCHE: Rifiuti sull’Everest trasformati in opere d’arte

Il Governo del Nepal ha pensato così ad uno speciale gruppo che deve stabilire nuovi criteri per gli scalatori, basati su esperienza e competenze tecniche, in modo che, in futuro, le vette saranno accessibili solo a quanti hanno una comprovata capacità di affrontare l’ascesa. Saranno passate in rassegna le 326 montagne aperte agli scalatori, per fare una cernita di quelle da chiudere ai turisti; anche perché alcune vette sono sacre e dovrebbero essere precluse agli sport.

Negli ultimi anni, infatti, scalare il Monte Everest e stabilire nuovi record è diventata una moda che spesso non tiene conto della delicatezza di questi eco-sistemi, né del carattere sacro che alcuni di questi luoghi hanno per la popolazione locale.

VAI A: Everest sempre più difficile da scalare: colpa del cambiamento climatico

Il progetto dovrebbe essere quasi in fase conclusiva,in modo che il Governo possa varare le nuove norme entro maggio, dato che l’estate è il periodo più affollato. Speriamo dunque che l’Everest sia tutelato quanto prima da scalatori dell’ultim’ora e dai rifiuti.

Luca Scialò

Nato a Napoli nel 1981 e laureato in Sociologia con indirizzo Mass Media e Comunicazione, scrive per TuttoGreen da maggio 2011. Collabora anche per altri portali, come articolista, ghost writer e come copywriter. Ha pubblicato alcuni libri per case editrici online e, per non farsi mancare niente, ha anche un suo blog: Le voci di dentro. Oltre alla scrittura e al cinema, altre sue grandi passioni sono viaggiare, il buon cibo e l’Inter. Quest’ultima, per la città in cui vive, gli ha comportato non pochi problemi. Ma è una "croce" che porta con orgoglio e piacere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button