Ambiente

Una app per boicottare Monsanto

Quante volte ci siamo chiesti, nel momento in cui acquistiamo un prodotto apparentemente green o “naturale”, quale sia in realtà la sua vera provenienza e se quanto riportato sull’etichetta corrisponda a verità… Certo, è spesso complicato risalire alla vera natura di un prodotto e ai suoi legami con aziende definite “non etiche” a causa delle loro pratiche non sostenibili.

Una app per boicottare Monsanto

Ma adesso abbiamo un aiuto in più per sapere cosa stiamo comprando: grazie ad una App, saremo in grado di passare allo scanner ogni nostro acquisto, per sapere se stiamo contribuendo ad alimentare aziende e multinazionali non etiche.

SCOPRI ANCHE: Come Monsanto & amici hanno monopolizzato il mercato delle sementi e cambiato il mercato dell’agricoltura

Buycott, è un piccolo scanner che, passato sul prodotto che vogliamo analizzare, riuscirà a risalire alle aziende che si celano dietro dei marchi apparentemente “puliti”.

Ad esempio, potremo sapere se stiamo mangiando dei cereali a colazione, provenienti da una delle 36 aziende che hanno “donato” un obolo di oltre 150.000 dollari (circa 114mila euro) per non apporre l’etichetta, oramai obbligatoria negli USA e in molti paesi al mondo, che indica la provenienza da colture OGM.

Tramite Buycott possiamo venire a conoscenza di campagne contro un determinato prodotto o una determinata azienda o gruppo di aziende e prenderne parte, ma si possono supportare anche delle campagne positive e di supporto ad alcuni brand o ad alcune cause.

Ma ora ecco i link all’app:

Sempe di più si fa la spesa con il supporto dello smartphone per essere informati su quello che compriamo.

LEGGI QUESTI: 

Claudia Raganà

Classe 1977, romana di nascita, cittadina del mondo di adozione. Una laurea in Economia e un master in mobilità sostenibile in tasca, la aiutano ad approfondire un tema per lei sempre caro, la sostenibilità dello sviluppo economico e la green economy. Ha un'innata passione per la scrittura fin da quando è bambina ed è così che, coniugando le due cose, nel 2012 entra nel mondo di tuttogreen.it. Nel tempo libero ama viaggiare, fotografare, leggere, stare a contatto con la natura, praticare yoga e sognare.

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Curiosità: ma secondo voi questo genere di app non potrebbe essere passibile di diffamazione?
    Spero che qualcuno mi sappia rispondere

  2. Ho scaricato il programma buycott sul cellulare per Android, quindi c’è la schermata del programmacon la linea rossa per fotografare i codici a barre dei prodotti. Però quando centro il codice a barre dei prodotti nella schermata non succede niente. Qualcuno sa dirmi perché?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button