Bioedilizia

Una casetta costruita a mano. Volete cimentarvi anche voi?

La Tiny Tack House potrebbe sembrare una moderna casa delle bambole, dalle dimensioni a misura d’uomo. Invece, i Tack, marito e moglie di Snohomish (nello stato di Washington), hanno pensato di costruire questo piccolo nido d’amore e relax completamente da soli, riempiendo appena  13mq di spazio con tutti i comfort.

Una casetta costruita a mano. Volete cimentarvi anche voi?

Rendering of template gallery-filmstrip.php failed

Questo piccolo chalet è posto su un carrello come i caravan, che consente di poter essere trasportato ovunque si voglia.

Il mini-chalet mobile è davvero un gioiellino. Costruito completamente in legno, è stato pensato per abbattere al massimo l’impatto ambientale. Le numerose finestre (11), danno agli spazi una grande luminosità. Il resto dell’energia viene fornito tramite quattro pannelli solari, mentre si utilizzano bombole di gas propano per la cucina.

Il piccolo soggiorno è il primo spazio che si incontra entrando in casa e che fa da ingresso verso la cucina.
Sopra alla cucina è stato creato un piano mezzanino, dove è alloggiato un confortevole letto matrimoniale, sotto il tetto, a mò di nido. La camera da letto è accessibile tramite una scala amovibile.

Accanto alla cucina (e sotto la zona notte) troviamo la zona bagno: doccia e wc, perfettamente integrati nel contesto naturale e a risparmio energetico che alimenta il concept della casa (il piatto doccia / vasca da bagno è una tinozza in legno, ricavata da una botte!), ma con tutte le comodità che si avrebbero a casa propria o in un normale caravan.

Ci sono voluti 7 mesi per costruire la Tiny Tack House, con un investimento di circa 20.000$.

Mini chalet mobile
Clicca sull’immagine per vedere le altre

I risultati sono incredibili e invogliano a costruirsi una propria casa mobile!

Leggi anche:

Claudia Raganà

Classe 1977, romana di nascita, cittadina del mondo di adozione. Una laurea in Economia e un master in mobilità sostenibile in tasca, la aiutano ad approfondire un tema per lei sempre caro, la sostenibilità dello sviluppo economico e la green economy. Ha un'innata passione per la scrittura fin da quando è bambina ed è così che, coniugando le due cose, nel 2012 entra nel mondo di tuttogreen.it. Nel tempo libero ama viaggiare, fotografare, leggere, stare a contatto con la natura, praticare yoga e sognare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close