Potrete fare lunghe docce con acqua riciclata con Showerloop

di Marco Grilli del 16 marzo 2016

Il piacere di lunghe e rilassanti docce calde è davvero impareggiabile, eppure si traduce in un notevole consumo di acqua e di energia, nonché in bollette sempre più care. Una situazione spiacevole per l’ambiente e per chi ha una marcata sensibilità ecologica. Fortunatamente però la tecnologia green è già al lavoro per trovare valide soluzioni: una di queste è Showerloop, l’innovativa doccia che in tempo reale purifica e ricicla l’acqua utilizzata, messa a punto dal designer finlandese Jason Selvarajan.

Presentato la scorsa estate al POC21, un evento che si tiene nei pressi di Parigi per promuovere l’innovazione nel campo dei prodotti sostenibili e delle open source, questo originale ritrovato promette di ridurre del 90% il consumo idrico e del 70-90% quello energetico per una classica doccia della durata di 10 minuti, che comporta in media l’utilizzo di 10 litri di acqua al minuto e di 3,6 kWh di energia. Dati di tutto rispetto, se consideriamo che siccità, inquinamento e spreco di risorse sono divenuti oggi problemi impellenti, che reclamano la conversione verso economie sostenibili. Stando ai dati forniti dal piccolo gruppo di ricerca che ha progettato Showerloop, questa doccia eco-friendly consentirebbe di risparmiare ben 33mila litri di acqua e 1 Mwh di energia per persona all’anno.

Leggi anche:

Ecologica, economica e a basso impatto ambientale, l’invenzione di Jason Selvarayan si configura inoltre come open source e open hardware, per far sì che altre persone possano costruire il congegno e contribuire a migliorare il sistema. Lo stesso prodotto, inoltre, può essere facilmente riparato dagli stessi utenti, che in molti casi possono ricorrere a servizi e materiali locali. Premesse importanti per chi vuole progettare al fine di risolvere i problemi più rilevanti della società moderna. Mentre continua la crescita della popolazione mondiale, aumentano le emissioni di gas serra e i fenomeni di siccità diventano sempre più frequenti, la pressione umana sulle risorse naturali è giunta ormai a un livello insostenibile.

Nel loro piccolo, i progettisti di Showerloop vogliono offrire una soluzione pratica per ridurre gli sprechi e l’impatto ambientale, senza rinunciare al piacere dei nostri rituali quotidiani.

Showerloop

Come funziona Showerloop

Il sistema è stato progettato per filtrare, sterilizzare e rimettere in circolo l’acqua della doccia in tempo reale. A tal fine agiscono degli appositi filtri, costituiti da tessuto in microfibra, sabbia e carbone attivo, che permettono di ridurre la torbidezza e di rimuovere i particolati, i solidi in sospensione e i composti organici e inorganici. Al termine di questo processo di purificazione entrano poi in campo i raggi ultravioletti, che sterilizzano l’acqua eliminando i batteri potenzialmente nocivi, per assicurare docce ecologiche, sane e sicure. Dopo il filtraggio, l’acqua divenuta chiara, pulita e priva di sostanze pericolose non si perde più negli scarichi, ma viene raccolta e pompata alla testa della doccia, pronta per essere di nuovo utilizzata per il nostro bagno o per altre esigenze. Un circolo virtuoso che abbatte gli sprechi di risorse e permette di risparmiare in bolletta.

Showerloop1

Ecco Showerloop

Una volta entrati nella Showerloop, basta selezionare la temperatura dell’acqua desiderata in un piccolo schermo LCD e, dopo aver premuto il tasto start, il processo di purificazione e riutilizzo della risorsa idrica si attiva automaticamente. Sensori multipli e un micro-controllore consentono inoltre di monitorare e controllare l’intero sistema, al fine di personalizzare la doccia secondo le nostre esigenze. La funzione principale permette di impostare le condizioni ideali del nostro bagno e di lavare automaticamente i filtri una volta lasciata la doccia, in modo da garantire una loro maggior durata.

La piccola start-up finlandese che ha ideato questa geniale doccia, costantemente alla ricerca di soluzioni innovative, ecologiche ed economiche, ha messo sul mercato un kit dal costo di circa 1.500 euro. I designer stanno lavorando per cercare di ridurre tale prezzo, che è comunque inferiore a quello di OrbSys, la doccia con sistema orbitale progettata in Svezia e venduta a oltre 4.600 euro.

Se in California si cerca di tenere alla larga il problema della siccità tramite la campagna “Take Five…the California Shower”, che mira a convincere la popolazione sulla necessità di ridurre i tempi medi della doccia (a soli cinque minuti) al fine del risparmio idrico, le nuove tecnologie green promettono di abbattere sprechi di risorse e costi, senza rinunciare ai nostri piaceri quotidiani. La loro massima diffusione costituisce la premessa per un’economia sostenibile, l’unica in grado di salvare il nostro pianeta.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *