Per avere il sole in casa c’è un robot solare. Ma servirà veramente?

di Alessia del 28 agosto 2013

La moderna tecnologia oramai riesce ad offrire ogni tipologia di illuminazione, rispecchiando i nostri gusti in termini di grado, intensità e colore della luce, accontentando anche i sostenitori dell’ambiente con sistemi sofisticati di pannelli solari.

Tuttavia mai nessuno finora aveva pensato di creare un vero e proprio robot capace di muoversi in base ai raggi e di proiettare il fascio luminoso su una zona della stanza. Il robottino si chiama Sunnybot ed è stato progettato da una startup italiana chiamata Solenica.

Attualmente è in corso la raccolta fondi sul sito Kickstarter.

UN ALTRO ROBOT NOSTRANO: Dustbost: il robot spazzino tutto made in Italy

Sunnybot lavora in autonomia senza bisogno di corrente elettrica, chiede solo di essere esposto ai raggi solari.

Il robot è dotato di uno specchio rotante che segue i movimenti del sole nel cielo e proietta il fascio di luce, pari a 7.000 lumen, su un punto fisso dell’ambiente.

I progettisti assicurano la copertura di un raggio di 200 metri e una volta terminata la raccolta fondi puntano a migliorare alcuni aspetti del robot, come la qualità dei materiali e le dimensioni dello specchio. A differenza delle lampadine classiche, Sunnybot sfrutta l’intero spettro solare per cui i colori risulteranno più caldi e vibranti.

C’E’ ANCHE QUESTO: Eco-gadget: pulire la piscina con un robot solare

In più la luce solare è un ottimo alleato contro la proliferazione dei batteri, le muffe e l’umidità nonchè contro i cattivi odori.

Sicuramente questo prototipo promette di ridurre i costi energetici e di non gravare sulle spalle dell’ambiente, ma ci viene il dubbio sulla sua efficienza nei periodi dell’anno in cui le giornate non sono così soleggiate.

Voi cosa ne pensate?

Se ti è interessato questo articolo, leggi anche:

Per approfondimenti su Solenica, segui anche il suo blog ufficiale

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *