Turismo responsabile al festival IT.A.CÀ dal 25 maggio a Bologna

di Erika Facciolla del 25 maggio 2013

Dal 25 maggio al 2 giugno 2013 Bologna e l’Emilia-Romagna si vestono di green grazie a IT.A.CÀ, il festival dedicato al turismo responsabile e sostenibile nato per promuovere una un’ idea di viaggio etico e rispettoso per l’ambiente.

La manifestazione si svolgerà  nel capoluogo felsineo ma si estenderà a diversi capoluoghi della regione (Parma, Reggio Emilia, Ferrara, Rimini) con una serie di eventi off, tra cui convegni, itinerari, mostre a tema e spettacoli, visite guidate e iniziative in piazza promosse dall’associazione Yoda in collaborazione con le ong Cospe, Cestas e Nexus Emilia-Romagna, l’Associazione italiana turismo responsabile (Aitr) e il contributo di oltre 100 partner locali, regionali e internazionali, dell’Anpi e del Wwf.

Filo conduttore degli oltre 150 eventi che animeranno il ricco cartellone di appuntamenti del festival, sarà il turismo sostenibile inteso come modo di concepire la vacanza in maniera ecologica, economica e a basso impatto ambientale, nonché potenziale volano di un’economia e di un comparto sempre più soffocati dagli effetti della crisi economica degli ultimi anni.

Via libera dunque a trekking, percorsi e itinerari ciclabili, escursionismo, cicloturismo e attività all’aria aperta abbinate ad uno stile di vita sano, rispettoso dell’ambiente e aperto alla sperimentazione di modelli di turismo alternativi.

Oltre ad avvicinare il grande pubblico a questo tema, IT.A.CÀ si propone come vetrina per enti, consorzi, strutture ricettive, associazioni culturali e operatori desiderosi di presentare i propri progetti e le proposte di viaggio più interessanti e insolite, alla scoperta dell’Emilia-Romagna e delle bellezze naturalistiche disseminate lungo tutto lo Stivale.

Si partirà da Bologna il 25 maggio con gli appuntamenti di Slow Food e Terra Equa (il festival del commercio e dell’economia solidale) e si prosegue con una biciclettata alla scoperta degli angoli più suggestivi della città tra i vicoli del ghetto ebraico. Non mancheranno le escursioni sull’Appennino, le mostre fotografiche, i laboratori didattici e i dibattiti su tematiche trasversali come il turismo sessuale, la disabilità e l’accessibilità.

Due gli eventi clou in programma: il 31 maggio si parlerà di sostenibilità e innovazione con il premio “Talenti italiani”, conferito da Aitr alle migliori start up del settore turistico; il  1° giugno piazza Maggiore si trasformerà nel suggestivo palcoscenico di Women Urban Game, la maratona di lettura e scrittura dedicata al racconto di viaggio al femminile.

Il festival culminerà con la “Borsa del turismo delle 100 città d’arte d’Italia” (31 maggio- 2 giugno) e con il concerto (2 giugno) di Arto Lindsay che presenterà ufficialmente per la prima volta in Europa il  progetto ‘Um Por Um.

L’ingresso a tutti gli eventi  è libero e i dettagli del programma sono consultabili sul sito ufficiale della manifestazione www.festivalitaca.net.

Arrivederci a Bologna dunque!

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *