Washing Ball: caratteristiche e proprietà

di Claudio Riccardi del 29 luglio 2015

Eccovi una descrizione delle principali caratteristiche e proprietà della Washing Ball, per fare il bucato senza detersivo

Si può lavare il bucato in lavatrice senza detersivo? Con una palla “magica”, chiamata wash ball, queste sembra apparentemente possibile, Oppure no. Tra consumatori, aziende, esperti vari e scettici, le scuole di pensiero sono molte ed il dibattito è aperto.

Iniziamo con la presentazione, riportando quanto descrivono alcuni libretti di istruzioni di ‘palline per il bucato’.

La wash ball è sostanzialmente una pallina di plastica, da inserire in lavatrice, nel cui interno sono racchiuse delle microsfere in ceramica o dei pellet o anche dei magneti, e sarebbero capaci di emettere dei raggi infrarossi che disgregano le molecole d’idrogeno dell’acqua, per aumentare il movimento molecolare.

Washing Ball: Classwash Ball

Washing Ball: Classwash Ball

Questa azione donerebbe all’acqua una maggiore capacità di penetrazione, aumentando il suo potere lavante. Questo stando al bugiardino.

La wash ball è stata studiata per il lavaggio di capi bianchi e colorati  ad una temperatura massima di 80°C.

SCOPRI ANCHE: Ricette fai-da-te per detersivi ecologici e naturali

Inoltre le Washing Ball emetterebbe degli ‘ioni negativi’ che indeboliscono l’aderenza dello sporco ai tessuti, rendendone facile la rimozione senza ricorrere ai detersivi. Questo grazie anche a un ph di circa 10 che  permette un efficace trattamento di macchie grasse, organiche o chimiche.

Risultati? Secondo alcuni (tra cui anche Beppe Grillo) funziona egregiamente e permette, oltre che risparmiare denaro, di non contribuire all’inquinamento con l’uso di detergenti derivati dal petrolio.

Ecco quindi i vantaggi in sintesi

  • deterge e disinfetta i tessuti e la lavatrice grazie ai suoi componenti igienizzanti e antiacaro.
  • Ha un basso fattore inquinante rispetto ai detersivi tradizionali
  • è anallergica de anticalcare.
  • Non è usa e getta, permette di effettuare circa 180 lavaggi ma dopo potete  acquistare le ricariche

In realtà, molti di quelli che le hanno provate sostengono che lava grazie all’acqua calda e all’azione meccanica di strofinamento, capacità  insufficienti per le macchie più ostinate e per igienizzare il bucato.

VAI ANCHE A: Detersivi naturali per la lavatrice. La guida pratica.

Non ci sono prove scientifiche né certificati credibili (sul sito delle varie aziende sono presenti solamente prove effettuate dal proprio centro di ricerca) che vàlidino l’effettiva funzionalità delle palline. In realtà, gli scettici indicano che il maggior danno sembra quello per la lavatrice, che potrebbe essere rovinata dal movimento dei pezzetti di ceramica.

E per il capitolo raggi infrarossi, sembrerebbero essere originati dal calore proprio dei vari oggetti ed è certamente vero che possono romepere la tensione superficiale ma comunque non possono certo competere con quelli emessi dalle pareti interne del tamburo della lavatrice e dall’acqua calda.

FOCUS: Detersivi alla spina: cosa sono e dove trovarli?

Dove acquistare online la Washing Ball

Se desideraste acquistarla direttamente online, la trovate qui in vendita su Amazon

Leggi anche:

Outbrain

{ 3 comments… read them below or add one }

Andrea giugno 8, 2014 alle 5:25 pm

Oramai la utilizzo da un mese circa. Non sono funziona, ma ha persino tolto l’odore di uomo vero che trasudavano le mie maglie da rugby, cosa che non riusciva ai detersivi, che, non so per quale reazione chimica, davano un odore acre che ne richiedeva un secondo lavaggio, se non un terzo.
Per le macchie ostili si può usare del sapone di Marsiglia strofinato sulla macchia stessa.
Io non la lascio più!

Rispondi

paolo13865 novembre 23, 2012 alle 3:37 pm

io la uso da circa 5 anni e ho cambiate 2 tra l’altro nemmeno quelle originali pubblicizzate da grillo.Ebbene ormai usandola è per noi risaputo che l’80% degli indumenti mostrano risultati soddisfacenti mentre per gli indumenti e capi molto sporchi è sufficiente aggiungere 1 chiucchiaio da caffè ( 1 basta ! ! !) di detersivo liquido.Non siamo più in grado di dire se è la palla o è solo il fatto che di norma si usa 5 o 10 volte più di quanto detersivo serva davvero; ma sappiamo che senza la palla questa scoperta probabilmente non l’avremmo fatta per cui … ormai ci siamo affezionati

Rispondi

Michele ottobre 30, 2012 alle 4:05 pm

Proprio in questi giorni stavo pensando se valesse la pena acquistare la “washing ball”. Sono curioso anche io di leggere i commenti di chi già la possiede…

Rispondi

Leave a Comment

*