Riciclo creativo

Sai come riutilizzare il burro scaduto? La guida facile per riusarlo in ambito domestico

Scopriamo i migliori modi per riutilizzare il burro scaduto: perché anche questa può essere una risorsa nella vita di tutti i giorni.

Sai come riutilizzare il burro scaduto? La guida facile per riusarlo in ambito domestico

A chi non è mai capitato di ritrovarsi un panetto di burro scaduto in frigo? Se finora pensavate di buttarlo con questa mini-guida scoprirete che il burro può essere riciclato in modo creativo in tanti modi alternativi, sia per la cura del corpo che della casa.

Ecco qualche suggerimento utile che vi aiuterà a risolvere i piccoli ‘inconvenienti’ della vita quotidiana in maniera sostenibile ed economica.

SPECIALE: Data scadenza alimenti, ecco quello che bisogna sapere

Burro scaduto: come riutilizzarlo?

Ecco alcuni modi creativi per non sprecare questa risorsa:

Come smacchiatore

Il burro scaduto è un valido aiuto per eliminare tracce di inchiostro, di bevande e perfino di catrame dai vostri capi e oggetti in plastica. Basta strofinarlo sulla macchia e, nel caso di sporco ostinato, utilizzarlo come pretrattante prima del lavaggio.

Per togliere i cattivi odori dalle mani e ammorbidire la pelle

E’ un rimedio tutto naturale dalla straordinaria efficacia. Provate a spalmarne una piccola quantità sulle mani e procedete al lavaggio normale con acqua tiepida e sapone. Il risultato sarà una pelle perfettamente detersa, priva di odori sgradevoli e morbidissima;

Per eliminare i residui di colla

Dopo un’intensa ‘sessione’ di bricolage le vostre mani sono appiccicaticce e sporche. Potete eliminare i residui di colla strofinando il burro per alcuni minuti sulla pelle e risciacquando sotto l’acqua tiepida con un po’ di sapone.

FOCUS: Come togliere le macchie di colla dai vestiti, la guida facile

Per esfoliare e idratare il viso

Il burro scaduto può trasformarsi in un ottimo esfoliante e idratante per il viso. Preparate una lozione facendo sciogliere un pezzetto a bagnomaria con un po’ d’acqua calda e passatelo delicatamente sul visto aiutandovi con dei dischetti di cotone.

Eliminerete così le cellule morte, i residui di trucco e idraterete in  profondità la pelle senza utilizzare prodotti chimici. Aggiungendo un po’ di succo di limone, inoltre, otterrete una crema per le mani perfetta per combattere la secchezza della cute soprattutto in inverno e allevierete piccoli tagli o arrossamenti.

Per alleviare il dolore

Questo è forse l’utilizzo più sorprendente. Massaggiate una noce di burro su ematomi e contusioni: potrete trovare un po’ di sollievo e prevenire la formazione del livido dopo una caduta.

burro scaduto
Non possiamo più servire in tavola il burro scaduto… ma possiamo riciclarlo in molti modi

Come smacchiatore per le superfici in legno

A quanto pare, il burro scaduto è efficace per togliere le macchie sulle superfici in legno. Provate a strofinarne una piccola quantità sui vostri mobili e lasciate agire per un paio di ore. Procedete poi alla pulizia con un panno morbido leggermente umido. Eventuali macchie spariranno e il vostro legno risplenderà come fosse nuovo.

Per lubrificare

Essendo un ottimo grasso, il vostro burro scaduto può essere utilizzato anche per prevenire il cigolio dei cardini delle porte.

E voi? Conoscete altri modi per riutilizzare in maniera ingegnosa il burro scaduto? Tuttogreen è sempre aperto ad ascoltare le vostre idee…

Qualche altro suggerimento

Ecco anche altri alimenti che possiamo riutilizzare creativamente dopo la data di scadenza:

Infine, se ti è piaciuta questa guida su come riutilizzare il burro scaduto, ti piaceranno anche queste ricette anti-spreco del nostro ricettario:

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close