Come salvare la Terra? Non fate figli!

di Eryeffe del 27 dicembre 2014

Come salvare la Terra? Non fare figli per non contribuire al sovrapopolamento, almeno questa è l’opinione discutibile degli intervistati di una ricerca inglese.

Un mondo sovraffollato è un mondo che difficilmente riusciremo a salvare dalle catastrofi generate dall’azione umana. Dunque, meglio stroncare il fenomeno all’origine limitando drasticamente il numero delle nascite. È questa, in sintesi, l’opinione espressa dal 63% degli intervistati di un campione composto da 2.363 adulti britannici ai quali la compagnia inglese YouGov ha sottoposto un controverso sondaggio: promuovere l’idea di ‘famiglia sostenibilecome fattore decisivo per la conservazione ambientale.

La ricerca, commissionata dall’organizzazione britannica Population Matters, svela che il 51% degli intervistati sia convinto che le coppie non dovrebbero avere più di 2 bambini, che i governi nazionali dovrebbero smettere di dare incentivi e sostegni economici alle famiglie con più di due figlie a carico e che i medici dovrebbero iniziare a parlare di ‘tasso di fecondità di sostituzione della popolazione’, ovvero promuovere un numero di figli in base alla soglia di rimpiazzo (2 figli per le coppie, 1 per i genitori single).

Leggi anche: Nel 2100 la popolazione mondiale salirà a 11 miliardi: la Terra ci reggerà?

Sarebbe questa, infatti, la ‘grandezza ideale di una famiglia sostenibile’ secondo Population Matters, ong che negli ultimi 5 anni ha raggiunto quota 6.000 membri impegnati nella promozione di campagne per l’accesso universale ai servizi di pianificazione familiare. Tra i sostenitori più convinti ci sono molti naturalisti e ambientalisti di spicco, come Chris Packman che a proposito del controllo delle nascite come strategia su come salvare la Terra dall’auto-distruzione ha dichiarato: “Con il numero di specie selvatiche che si sta estinguendo a una velocità superiore a quella normale, dobbiamo riconoscere il collegamento e riflettere a fondo sui nostri numeri, oltre che sui nostri livelli di consumo e tecnologia”.

Ma siamo certi che il problema ambientale debba focalizzarsi sui tassi di procreazione e non su quelli di consumo espressi dalla razza umana? Recenti studi dimostrano che in 97 paesi la donna moderna mette già al mondo, in media, due figli (nel Regno Unito la media è di 1.7) e che per superare la famosa soglia di rimpiazzo c’è bisogno di un tasso di natalità pari a 2,1. In pratica il declino demografico – con la mortalità infantile in netta crescita e le previsioni sui tassi di fertilità sempre più negative – è già in corso e la popolazione mondiale dovrebbe stabilizzarsi entro il 2050.

nuovi nati

Come salvare la Terra? Non fate figli!

Scopri anche: Un film offre una prospettiva sulla popolazione mondiale che cresce

Dunque, il problema non sembra essere quello della crescita demografica ma dei modelli di consumo e delle scelte energetiche che faremo nei prossimi 50 anni. Abbattere drasticamente gli sprechi (e con essi le emissioni di CO2), semplificare il nostro stile di stile di vita, abbracciare una concetto di mobilità sostenibile e investire nelle fonti energetiche pulite: è questa la chiave per salvare il Pianeta e le specie viventi che lo popolano. Uomo compreso.

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment