Bioedilizia

Efficienza energetica e architettura in Francia: progetti interessanti

La Città di Parigi (www.paris.fr) – in collaborazione con Paris Région Lab (www.parisregionlab.com) e l’Agence Parisienne du Climat (www.apc-paris.com) – nel 2012 ha indetto un concorso per ridurre i consumi energetici degli edifici della città, con l’obiettivo di mettere in connessione le piccole imprese con le grandi aziende industrializzate.

Efficienza energetica e architettura in Francia: progetti interessanti

A maggio 2013 i risultati del concorso con 19 progetti selezionati (per 18 aziende), tra le soluzioni più innovative per apportare miglioramenti nel campo dell’efficienza energetica, sono stati presentati progetti su vari fronti: stabili privati, infrastrutture pubbliche, periferie urbane, uffici, musei etc. Le proposte vincenti verranno testate in vari contesti metropolitani, dunque, in particolare focalizzando l’attenzione su temi che riguardano le innovazione tecnologiche volte al risparmio energetico in campo edilizio e urbano.

Tra le soluzioni presentate: strumenti di controllo e gestione dei consumi, quali impianti per le energie rinnovabili, piani di sensibilizzazione per ridurre i consumi energetici, sistemi di climatizzazione caldo/freddo e recupero del calore, riduzione del consumo elettrico, metodi alternativi di illuminazione ad alta efficienza energetica, soluzioni per la purificazione dell’aria, vernici atossiche e così via.

Tra i vari progetti, anche un sistema di micro-alghe per la depurazione delle acque di scarico. «Fare di Parigi un laboratorio vivente, all’avangiardia nell’innovazione urbana è la nostra priorità», afferma il vice sindaco Jean-Louis Missika.

Efficienza energetica e architettura in Francia: i progetti più interessanti

Ecco nel dettaglio le soluzioni proposte dalle varie aziende vincitrici del concorso:

  • Actiwatt (www.actiwatt.fr), con un sistemi di telepilotaggio per edifici;
  • Air Sur (www.air-sur.com), per la purificazione dell’aria;
  • 2 & GO, per ridurre il consumo di acqua calda;
  • Ecosense: con un servizio digitale di efficienza energetica;
  • eGreen: con un dispositivo per la riduzione del consumo energetico;
  • Eg Smart Light (www.energygood.com): con una lampada intelligente che comunica i consumi;
  • GDF Suez Energie Services, per il confort negli edifici commerciali;
  • Greenpower Solutions, con un sistema di spegnimento degli elettrodomestici durante la notte;
  • Intent Technologie (www.i-stay-home.eu): per il controllo del consumo di energia degli edifici;
  • La Tuile Solaire, con speciali tegole fotovoltaiche;
  • Nanosense (www.nano-sense.com), per sistemi di regolazione dell’aria e l’illuminazione;
  • NetSeenergy (www.netseenergy.fr): con un sistema di teleservizi di efficienza energetica;
  • Solaire 2G (www.solaire2g.com), con pannelli solari ibridi;
  • Siemens (www.siemens.com/entry/fr): per il controllo dell’energia;
  • Smart Impulse (www.smart-impulse.com): con un contatore elettrico che fornisce il consumo;
  • Vertical 2m One Sense Energy (www.vertical-m2m.com): con una piattaforma per la lettura a distanza e il monitoraggio dei consumi energetici;
  • Voltalis (www.voltalis.com/): per la riduzione dei consumi.
  • VTI Aeraulique (www.vti.fr), per la ventilazione naturale e ibrida;

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close