Ambiente

Lo scivolo per pendolari in ritardo….

Come risparmiare tempo e denaro, senza inquinare per andare a lavoro la mattina? Con lo scivolo per pendolari!
Sappiamo che esistono numerose alternative green, ma quello che l’artista inglese Luke Jerram ha intenzione di realizzare potrebbe restituire, al grigiore degli spostamenti pendolari, un po’ della gioia della loro infanzia.

Lo scivolo per pendolari in ritardo….

 VAI A: Scooter elettrico pieghevole per pendolari cercasi

Il centro di Bristol, nel mese di maggio, sarà collegato con i sobborghi collinari tramite uno scivolo lungo circa 100 metri. Trattandosi di un’installazione artistica, il mega-scivolo sarà operativo solamente per una giornata, ma nei piani di Jerram c’è il sogno di installarlo in maniera permanente.

Bristol, infatti, è contornata da una serie di colline, da cui vanno e vengono quotidianamente numerosi pendolari. Sarebbe utile e perchè no, anche divertente, potersli spostare tramite uno scivolo dalle cime delle colline fin giù nel centro, dove risiedono gli uffici e le attività economiche della città…

LEGGI ANCHE:

Molte sono le persone che hanno richiesto di poter testare lo scivolo, sebbene saranno possibili solamente 500 discese in totale. Addirittura c’è chi prenderà un volo dagli Stati Uniti per non perdersi una corsa.

Questo grande interesse dimostrato dal pubblico, dimostra come sia sempre molto alto l’interesse a rendere gli spostamenti quotidiani più rapidi, agevoli, aggiungendo un ingrediente originale, quello del gioco.

TI POTREBBE INTERESSARE: Bike-sharing sempre più diffuso: sono oltre 500 le città nel mondo che lo praticano

D’altronde, parafrasando le parole dell’artista, la città può essere una tela bianca per gli abitanti, su cui poter tracciare e testare la propria creatività e le proprie idee, per poter migliorare la propria qualità della vita…magari con una dose di divertimento.

Claudia Raganà

Classe 1977, romana di nascita, cittadina del mondo di adozione. Una laurea in Economia e un master in mobilità sostenibile in tasca, la aiutano ad approfondire un tema per lei sempre caro, la sostenibilità dello sviluppo economico e la green economy. Ha un'innata passione per la scrittura fin da quando è bambina ed è così che, coniugando le due cose, nel 2012 entra nel mondo di tuttogreen.it. Nel tempo libero ama viaggiare, fotografare, leggere, stare a contatto con la natura, praticare yoga e sognare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button
Close