Notizie

Nissan Leaf versione 2013, ora si ricarica in metà tempo

Arriva sui mercati di tutto il mondo la nuova versione dell’auto elettrica più popolare, già car of the year 2011, Nissan Leaf.

Nissan Leaf versione 2013, ora si ricarica in metà tempo

Dopo le presentazioni ufficiali in terra natia, avvenute lo scorso autunno, abbiamo ritrovato la giapponesina elettrica al Salone di Detroit, con un design apparentemente non rinnovato, ma la promessa di prestazioni migliorate.

La versione 2013 peserà di meno grazie all’utilizzo di materiali e componenti più leggeri, con un risparmio di circa 80kg; il motore si ridurrà di volume di circa il 30% e la nuova linea aerodinamica migliorerà l’efficienza e le prestazioni del motore.

LO SAPEVI? Nissan Leaf, in arrivo anche la versione da corsa

Le promesse sono di raggiungere un’autonomia di percorrenza di quasi 230km, contro i 175 della versione del 2011, grazie anche ad un impianto di climatizzazione in grado di ottimizzare i consumi di energia e ad un sistema di recupero di energia in frenata reso ancora più efficiente.

La nuova batteria di trazione (agli ioni di litio), inoltre, sarà in grado di abbattere drasticamente i tempi di ricarica, arrivando addirittura a dimezzarli.

L’ultima novità sta nell’introduzione di diversi allestimenti, come avviene per i veicoli tradizionali: si potrà dunque personalizzare la propria Leaf (presentate in Giappone gli allestimenti X, G ed S), senza risparmiare in prestazioni e comfort.

Leggi anche:

Claudia Raganà

Classe 1977, romana di nascita, cittadina del mondo di adozione. Una laurea in Economia e un master in mobilità sostenibile in tasca, la aiutano ad approfondire un tema per lei sempre caro, la sostenibilità dello sviluppo economico e la green economy. Ha un'innata passione per la scrittura fin da quando è bambina ed è così che, coniugando le due cose, nel 2012 entra nel mondo di tuttogreen.it. Nel tempo libero ama viaggiare, fotografare, leggere, stare a contatto con la natura, praticare yoga e sognare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button