Premio Adiconsum alla famiglia italiana più risparmiosa d’energia

di Jessica Ingrami del 26 Settembre 2012

Nell’ambito della competizione europea ‘Coppa Climatica’ è stata una famiglia italiana ad aggiudicarsi il premio per il ‘Risparmiatore Energetico dell’Anno’ su scala nazionale. La sfida, infatti, si sviluppava su due livelli: il primo europeo e il secondo nazionale. Partecipare significava registrarsi e tenere monitorati i propri consumi energetici attraverso un software scaricabile dalla rete (ESA – Energy Saving Account che puoi ancora compilare e usare qui), in grado di fornire informazioni anche sul risparmio energetico ottenuto e calcolare la riduzione delle emissioni di CO2.

Premio Adiconsum alla famiglia italiana più risparmiosa d’energia

La sfida ha dimostrato che ridurre il consumo energetico non solo è possibile ma anche vantaggioso: se pensiamo che circa l’80% delle emissioni di CO2 è generato dal consumo energetico quotidiano, abbassando il riscaldamento in casa anche solo di 1°C possiamo avere tagli sulla bolletta pari al 10%; e senza considerare il drastico miglioramento dell’impatto ambientale.

La competizione ha avuto termine il 30 aprile 2012, dopo 1 anno dal suo inizio, premiando il nucleo famigliare che è  riuscito a ridurre maggiormente i propri consumi energetici. Ciò che ha ricoperto un ruolo fondamentale nella vincita, è stato mettere in pratica misure e accorgimenti per tutta la durata della gara: dal semplice spegnere la luce quando si esce da una stanza, ai più complessi interventi strutturali e/o tecnologici per rendono l’abitazione più efficiente dal punto di vista energetico.

Adiconsum, curatrice dell’edizione italiana del concorso, ha consegnato ai vincitori – la famiglia D’Onofrio  – il premio in palio: una bicicletta elettrica.

I D’Onofrio vivono in un quartiere residenziale a 15 km da Torino e per vincere la competizione si sono impegnati ad ‘integrare’ la propria abitazione il più possibile con l’ambiente circostante, sfruttando tutte le risorse naturali.

Così hanno installato un impianto fotovoltaico da 3 KW, hanno migliorato la coibentazione dell’abitazione con serramenti a doppia guarnizione, hanno accumulato le acque piovane per l’irrigazione del giardino utilizzando un impianto automatizzato a goccia, hanno usato solo lampadine a basso consumo per l’illuminazione interna e faretti fotovoltaici per quella esterna, e hanno creato un sistema di ombreggiature sia tramite sporgenze della struttura sia tramite l’utilizzo di vegetazione per garantire un naturale raffrescamento dell’edificio. Inoltre tutti gli elettrodomestici della famiglia sono di classe A.

Per una volta tanti piccoli cambiamenti nei comportamenti quotidiani per risparmiare energia hanno premiato!

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment