Notizie

Woodland Trust, l’ente inglese di tutela degli alberi che spinge a piantarne di nuovi

Sei milioni di alberi piantati per celebrare il giubileo della Regina Elisabetta d’Inghilterra. È questo l’originale tributo con cui l’associazione privata per la protezione degli alberi Woodland Trust ha deciso di omaggiare la sovrana inglese in occasione del sessantesimo anniversario dalla sua incoronazione. Il progetto, che ha trovato proseliti tra le associazioni ambientaliste britanniche, si chiama Jubilee Wood Project e punta a coinvolgere almeno il 10% della popolazione nazionale nella speranza che l’appello a piantare un albero venga accolto favorevolmente da un maggior numero di persone.

Woodland Trust, l’ente inglese di tutela degli alberi che spinge a piantarne di nuovi

Ma il Woodland Trust è un’ente che da 40 anni si spende moltissimo per rendere semrpe più verde la già verde Inghilterra. Fondato nel 1972 da un produttore di macchine agricole, Kenneth Watkins, preoccupato dalla rapida scomparsa dei boschi che ricoprivano il suolo inglese fino alla Seconda Guerra Mondiale, durante i cui pesanti bombardamenti erano stati parzialmente distrutti.

La missione dell’associazione è arricchire la nazione di piante e alberi autoctoni perché è sempre stata una caratteristica della terra d’Albione e perché rendono più piacevole il paesaggio, assolvono a funzioni di conservazione del suolo in modo del tutto naturale e preservano la fauna tipica.

Dalla sua creazione, il Woodland Trust, ora diventato pubblico, ha “ispirato” quasi 2 milioni di bambini a piantare circa 7 milioni di nuovi alberi, e con un costo di sole 15 sterline l’uno.
Uno degli ultimi progetti è la creazione della più grande foresta inglese, appena fuori Londra. Ma l’ente si spende anche per la conservazione di boschi in pericolo, salvandoli dall’abbattimento e dalla speculazione.

Attraverso un programma specifico in cui i bambini diventano nature detective (investigatori della natura) il Trust ha potuto mappare, fotografare e circoscrivere 41.000 alberi antichi che così sono stati protetti e salvati.

L’iniziativa legata al Giubileo dei 60 anni della regina è quindi solo il più recente. I suoi simboli sono il diamante e il numero-chiave 60: infatti in tutto il regno verranno creati diversi boschi di varie dimensioni multipli di 60. Si va dai grandi 60 Diamond Wood, vale a dire grandi e rigogliosi boschi da ben 60 acri, ai più piccoli Free School Jubilee Tree Pack, composti di soli 60 alberi. Verrà coinvolta la popolazione, le comunità, i singoli cittadini, le scuole e le piccole aziende. A tutti sarà affidato il compito di piantare dei nuovi alberi per creare boschi.

Un regalo speciale destinato a durare nel tempo e a regalare alle future generazioni d’oltre manica un paese sempre più green.

Leggi altri articoli sulle foreste:

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Un commento

  1. Buonasera,
    a nome di un gruppo di cittadini residenti in Viale Cà Granda di Milano chiedo il vostro supporto, sostegno e aiuto per evitare l’ennesimo scempio in uno dei pochi viali alberati di Milano.

    Dopo l’abbatimento sconsiderato di numerosissimi alberi di alto fusto per la costruzione della Nuova M5 oggi pomeriggio (3 Ottobre 2012) sono stati esposti gli avvisi per informare dell’abbattimento di altri 10 alberi di alto fusto (pioppi) in Viale Cà Granda il giorno 5 Ottobre 2012.

    Gli alberi destinati all’abbattimento sono in perfetto stato e non sembrano alla vista esterna presentare alcun problema.

    Se potete fare qualcosa e darci supporto vi preghiamo di contattare questo num 338/2861593

    L’informazione è riportata anche sul sito ufficiale del Comune di Milano cliccando sul seguente link:

    http://www.comune.milano.it/portale/wps/portal/CDM?WCM_GLOBAL_CONTEXT=/wps/wcm/connect/contentlibrary/Ho%20bisogno%20di/Ho%20bisogno%20di/AreeVerdi_ControlloStabilitaAlberature&categ=IT_CAT_Bisogni_01&categId=com.ibm.workplace.wcm.api.WCM_Category/IT_CAT_Bisogni_01/426c6880446e0187b8e7bbd36d110d8a/PUBLISHED&styleSize=bigSize&styleColor=defautColor&siteArea=Informazioni&searchtype=all#par11

    Saluti e grazie per il vostro eventuale sostegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close