Come ridurre il proprio consumo energetico? Sapere che qualcuno ci guarda!

di Luca Vivan del 5 ottobre 2013

Il giudizio degli altri è un aspetto psicologico con cui facciamo i conti più o meno tutti, spesso è un meccanismo fastidioso che ci impedisce di essere veramente noi stessi e di fare quello che sentiamo come giusto. E se invece potesse servire a favorire buone pratiche come ad esempio il risparmio energetico?

La Carnegie Mellon University in Pennsylvania ha condotto un esperimento in cui ad un gruppo di verifica venivano consegnate 5 lettere postali. Nella prima si avvisavano gli utenti che sarebbero stati monitorati i loro consumi di energia elettrica, nelle successive lettere veniva ricordato lo studio di cui facevano parte.

VAI ALLA NOSTRA GUIDA AL RISPARMIO ENERGETICO

Alla fine dell’analisi i ricercatori hanno dimostrato che il gruppo che aveva ricevuto le lettere aveva diminuito del 2,7% il proprio consumo elettrico, una percentuale maggiore rispetto all’obbiettivo richiesto dallo stato.

Il ricercatore Daniel Schwartz che ha guidato il team dell’Università statunitense ha concluso lo studio affermando che il controllo esterno può essere un buon incentivo per ridurre i consumi elettrici tuttavia, già  la semplice consapevolezza è in grado di indurre cambiamenti significativi.

La ricerca suggerisce che, magari, basterebbe ricordare agli individui le questioni per loro più importanti, come quelle ambientali, che spesso vengono dimenticate nel trambusto della vita quotidiana, per avere un’effettiva adesione.

LEGGI ANCHE:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *