Con un futuro senza auto entro il 2050 risparmieremo 100 trilioni di dollari

di Alessia del 19 ottobre 2014

L’inquinamento dell’aria è sempre più elevato, e su tutto il nostro Pianeta, cosa si potrebbe fare per diminuirlo è sttao uno degli argomenti affrontati nel corso della conferenza mondiale sul clima tenutasi a fine settembre a New York e alla quale hanno preso parte circa 100 tra Capi di Stato e altri funzionari governativi; immaginare un futuro senza auto è stata la risposta.

Leggi anche: La grande marcia per l’ambiente a New York ha funzionato?

In occasione di questo importante incontro sono stati discussi molti aspetti inerenti il problema del surriscaldamento globale e le future azioni che dovranno essere intraprese per fermarlo. Fra i tanti temi sono stati inoltre presentati i risultati di uno studio singolare portato avanti dalla University of California.

Il rapporto, chiamato non a caso “Scenario Globale”, è frutto di un lungo lavoro di studio in cui si è voluto dimostrare come modificando gli investimenti economici sul trasporto si possano ottenere dei risultati duraturi nel tempo, capaci di modificare le vecchie abitudini delle persone.

Un dato emerge inquietante, secondo uno degli autori dello studio, Michael Replogle, la causa primaria dell’aumento rapido delle emissioni di carbonio è da attribuirsi ai trasporti. Lo studio ha infatti confrontato tra loro due scenari.

Nel primo si è ipotizzato che il Governo statunitense continui ad adottare la politica attuale, impegnandosi a diminuire le emissioni insieme ai privati cittadini. Questo non basterebbe per fermare un processo d’inquinamento comunque in ascesa, perché anche i Paesi più poveri, come l’Africa, e quelli in forte espansione, come la Cina, contribuiscono ad aumentare la quantità di automobili in circolazione.

Scopri anche: 

Nel secondo scenario, chiamato High Shift, viene ipotizzato invece una sorta di accordo universale tra i vari Governi per arrivare ad un futuro senza auto, perché ogni Paese è attivamente impegnato negli investimenti verso mezzi pubblici, biciclette e infrastrutture pedonali. Tradotto in cifre, una diminuzione del 50% nel consumo di carburante per chilometro, garantirebbe entro il 2030 ben 700 megatoni in meno di anidride carbonica all’anno.

traffico

Con un futuro senza auto entro il 2050 risparmieremo 100 trilioni di dollari

Entro il 2050 si potrebbero così risparmiare 100.000 miliardi di dollari, soldi che potrebbero essere dirottati sui trasporti pubblici e sulle infrastrutture necessarie per agevolare gli spostamenti  a piedi o in bici.

Le conosci? Emergenza clima: nuove regole USA per abbattere le emissioni

Oltretutto si eviterebbero circa 1,4 milioni di morti premature causate dallo smog, una cifra impressionante che dovrebbe far riflettere sulla gravità della situazione. Forse il linguaggio delle statistiche e dell’economia riuscirà a mettere d’accordo i vari governi in nome di un obiettivo comune, che ne pensate?

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *