La casa ora si stampa in 3D, almeno in Cina

di Luca Vivan del 5 maggio 2014

La casa ora si stampa in 3D, almeno questo è possibile in Cina. Le stampanti 3D stanno infatti facendo molto parlare di sé, ormai non sono più strumenti da smanettoni per creare la cover del proprio smartphone o solo oggetti di design, si stanno affermando come mezzi per quella che viene chiamata la “terza rivoluzione industriale”.

LEGGI ANCHE: Una stampante 3D ma…per il cibo!

E’ sufficiente un polimero e un programma grafico CAD per disegnare al computer oggetti – molto complessi – da stampare, come protesi per il corpo umano o parti meccaniche di precisione. Certo, per simile produzioni sono necessarie buone macchine e polimeri costosi ma i prezzi delle stampanti e delle materie prime si sono abbassati notevolmente in poco tempo. La prospettiva che si sta creando è il ribaltamento dell’industria per come la conosciamo, lo scenario del prossimo futuro potrebbe essero quello di micro-fabbriche diffuse dove si creano oggetti su misura personalizzati per ogni cliente, senza bisogna di delocalizzare in paesi come la Cina.

VAI A: Stampare i vestiti in 3D a partire da vecchi capi di abbigliamento?

E proprio dall’Estremo Oriente viene la notizia che un’azienza cinese, la Shanghai WinSun Decoration Design Engineering Co, ha utilizzato una stampante 3D per creare 10 case in un solo giorno, al costo di 3.500 euro per abitazione. La  stampante in questione ha delle dimensioni notevoli: 150 metri di lunghezza, 10 di larghezza, 6,6 di altezza ed è stata sviluppata in anni di progettazione ma funziona come una normale stampante da scrivania, con maxi-ugelli per l’inchiostro a polimeri.

Oltre alla velocità e al costo di produzione il dato interessante è che il materiale di stampa è stato ricavato dagli scarti dei cantieri edili. L’azienda ha in progetto di costruire 100 impianti di riciclo in tutta la Cina, per raccogliere e trasformare gli scarti che serviranno come materiale di stampa.

POTREBBE INTERESSARTI: Urbee: la prima auto ibrida al mondo creata con una stampante 3D pronta alla produzione

Le abitazioni stampate non hanno certo una forma accattivante ma dobbiamo pensare che siamo agli inizi di un nuovo tipo di ingegneria edile. Il caso in esame suona più come un tentativo di mostrare delle potenzialità future, che paiono veramente enormi.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *