La moto che va a… popò!

di Claudio Riccardi del 11 novembre 2012

Che in Giappone il livello di inventiva sia al di fuori della norma, è risaputo da molto tempo. Un esempio è offerto ai turisti che quando si recano nelle grandi città nipponiche rimangono sorpresi e straniti dai bagni super hi-tech che lavano, asciugano e persino suonano.

L’azienda produttrice di questi marchingegni, la Toto, ora ha pensato bene di creare un ibrido tra un wc, un sistema di scarico e una motocicletta. Il risultato bizzarro si chiama Toilet Bike Neo, un triciclo alimentato da bio-carburante ‘umano’! Per intuirlo non ci vuole molto, basta osservare la tazza bianca posizionata in bella vista, dove sulle moto normali è alloggiato il sedile. La funzione è simile, il guidatore infatti prende posto, espelle comodamente ciò che deve espellere, e dietro di lui un complesso sistema trasforma la popò in carburante biologico.

LEGGI ANCHE: Informatica e letame: un matrimonio per ridurre i consumi

Con un pieno Toilet Bike Neo può percorrere circa 250 chilometri e ne ha già macinati 1000 in giro per il Giappone senza rilasciare inquinanti nell’aria. L’iniziativa si inserisce nel progetto Toto Green Challenge, che si pone come obiettivo l’abbattimento del 50% delle emissioni di CO2  prodotto dai bagni, entro il 2017.

Il motociclo eco-sostenibile rimane un esercizio di stile, non è prevista la sua commercializzazione. Perlomeno, al di fuori del paese asiatico. Intanto gustatevi questo divertente video sulla toilet bike (in giapponese):

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *