Micro-pulmino ibrido dall’aria simpatica per strade avventurose

di Erika Facciolla del 24 luglio 2014

Ecco un altro esempio di micro-pulmino ibrido ad alta efficienza energetica, dove tecnologia, innovazione e design si uniscono in una perfetta sintesi in chiave eco-friendly.

Il progetto di e-car che vi presentiamo si chiama Nimbus, un simpatico furgoncino high-tech dalle linee decisamente vintage nato dal genio creativo del visual artist brasiliano Eduardo Galvani.

Gusto retrò e anima futuristica, Nimbus è stato pensato sia per gli spostamenti brevi in città che per quelli più lunghi e avventurosi on the road. La sua particolarità, infatti, consiste nella grande autonomia energetica e funzionale che il motore ibrido combinato alle celle solari montate sul tettuccio, assicura al viaggiatore. Tutto, in Nimbus, è stato pensato intorno al concetto di risparmio energetico: oltre alle celle solari che catturano la luce del sole trasformandola in energia per alimentare il propulsore, questo micro-bus è dotato di un sistema di frenata capace di risparmiare e recuperare energia ottimizzando i consumi.

Leggi anche: Cybus, quando il bus elettrico è senza autista

Il conducente, inoltre, può scegliere tra 4 tipi di guida a seconda della situazione e delle sue specifiche esigenze: a risparmio energetico, classica, veloce e 4 ruote. Ogni modalità di guida può essere selezionata direttamente da un pannello di controllo a tasti posto sul volante.

L’altra parola-chiave del progetto è ‘sicurezza’: il volante, così come i sedili, sono posizionati a un livello molto più alto delle vetture tradizionali, il ché consente a conducente e passeggeri di viaggiare ad una distanza superiore dal suolo.

Le barre laterali di contenimento e i 6 airbag completano le dotazioni di sicurezza di questo piccolo pulmino. Nimbus si accende e si spegne tramite un tasto, dispone di 4 porte Usb, Bluetooth e Wirless integrati.

Potrebbe piacerti: Airpod, la prima auto ad aria compressa trova casa in Sardegna

nimbus

Micro-pulmino ibrido dall’aria simpatica per strade avventurose

I livelli di energia consumati sono ottimizzati durante tutto il percorso da un pilota semi-automatico, che regola i cambi di velocità, le frenate e la temperatura del motore. Due display collocati nell’abitacolo (di cui uno removibile) consentono di monitorare le prestazioni del motore, il livello della batteria, la temperatura interna e i livelli audio. Un piccolo concentrato di tecnologia con qualche marcia in più rispetto alle auto elettriche e ibride già presenti sul mercato che promette di lasciare il segno in un comparto interessante.

Scopri questa: Blow car, l’auto gonfiabile elettrica

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *