Paradosso in Toscana: il parco agricolo con pista per aerei in mezzo

di Luca Scialò del 6 settembre 2013

E’ travagliata la storia del Parco agricolo che dovrebbe sorgere in Toscana, vicino a Firenze, e il cui progetto ha visto laluce nel 2010 ma ancora oggi non è stato realizzato per le divergenze d’opinione degli amministratori locali. Il Parco, che dovrebbe essere grande 7.000 ettari, sarebbe il più grande d’Europa.

Purtroppo resta da capire dove e come sarà realizzato. Mica poco!

Ciò che più frena il progetto è che rientra nel suo ambito anche la riqualificazione dell’aeroporto di Firenze-Peretola, con la realizzazione di una nuova pista di lunga circa 3 km, che si ritroverebbe di fatto proprio all’interno del parco, dividendolo in due, con tutte le ovvie conseguenze sul traffico legato ai passeggeri e al rumore dei veivoli in movimento. Un’opera dunque assurda e paradossale.

Secondo il progetto iniziale, la pista doveva essere realizzata laterale rispetto all’autostrada A11, che costeggia il parco. Ma questa soluzione non ha trovato il placet del sindaco di Firenze Matteo Renzi, perché si sarebbero dovuti pagare 30 milioni di penale per variazione d’uso dei terreni. A ciò si aggiunse il parere negativo dell’Enac, secondo cui la pista obliqua sarebbe stata inadeguata.

Di qui l’idea assurda di realizzarla in mezzo al Parco agricolo. Un progetto che stravolgerebbe non solo un importante sito naturale, ma anche la Giunta regionale toscana, visto che molti consiglieri si sono già detti contrari.

Sono inutili ulteriori commenti…

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *