Pneumatici dalla doppia vita, scopri le applicazioni delle gomme usate

di La Ica del 31 marzo 2013

Ogni anno in Europa si producono ben 140 milioni di ruote all’anno. Gli scienziati stanno studiando metodi di recupero massivo del petrolio e del nerofumo utilizzati per creare i pneumatici ma, per ora, possiamo accontentarci di riutilizzare la gomma secondo metodi intelligenti, alternativi ed ecologici ma non questi componenti.

IDEE FAI-DA-TE PER RICICLARE I PNEUMATICI!

Guarda le foto

Per smaltire un numero di pneumatici così stratosferico, ci vogliono ben oltre i 1.000 anni! Per questo si sta pensando alla riallocazione intelligente di un materiale che, di fatto, è ancora utilizzabile. Quando il battistrada si usura, infatti è necessario cambiare i pneumatici dell’auto ma il resto è gomma comunque in ottime condizioni che può essere riutilizzata, così si riduce la quantità di CO2 emessa potenzialmente per produrre altri materiali.

Il primo e il più semplice dei riutilizzi avviene attraverso la ricostruzione del battistrada. Il pneumatico ricostruito è costituito da battistrada nuovo, rinnovato grazie a materiale proveniente da pneumatici usati che hanno conservato le loro caratteristiche strutturali; un processo in più fasi, garantito e regolato da meticolose norme UE.

La ricostruzione del battistrada si traduce in risparmio di greggio (tra i 20 e i 28 l per un pneumatico nuovo contro i 5,5 l dei pneumatici ricostruiti), risparmio di energia (ben il 70%), e si preserva complessivamente l’80% del pneumatico da un’anticipata eliminazione in discarica!

Ma sono allo studio anche nuovi materiali meno inquinanti per fabbricare nuovi pneumatici. L’americana Goodyear e l’azienda chimica italiana Novamont, nota per l’invenzione del Mater-Bi, il materiale di cui sono fatti i nostri sacchetti biodegradabili, hanno realizzato un eco-pneumatico costituito da un biofiller ricavato dalla lavorazione dell’amido di mais.

SAI COME RICICLARE LA PLASTICA? Come smaltire correttamente la plastica nella raccolta differenziata

Il nuovo polimero presenta una maggiore resistenza al rotolamento e quindi all’usura, con un consistente risparmio in termini economici (anche legati allo spreco di carburante), per non parlare dei benefici a livello ambientale, traducibili in riduzione sia dell’inquinamento atmosferico che acustico.

Poi c’è tutto il mondo del riciclo. Sappiamo anche che la gomma è un perfetto isolante, per questo i copertoni usurati o danneggiati possono essere riutilizzati per produrre moduli da costruzione e nuovi manufatti in gomma, come nel caso di RubbRe prodotto della società americana Vulcana per sopperire agli usi domestici ed industriali più disparati. Si tratta di un foglio in gomma riciclata disponibile in diversi colori e spessori; che può essere usato da solo o abbinato ad un sottile strato di canapa.

ECCO LA GUIDA DI TUTTOGREEN: Raccolta differenziata: come farla correttamente

I pneumatici usurati vengono spesso utilizzati nei parchi come giochi per bambini e rastrelliere per biciclette, ma la gomma di cui sono costituiti, viene spesso combinata ad altri materiali come la schiuma poliuretanica, per creare pavimentazioni sicure per parchi giochi e impianti sportivi. In alcune grandi città degli Stati Uniti, c’è chi ha pensato di ricavare dai copertoni usati, pannelli per sostituire i tradizionali marciapiedi in cemento.

Il processo produttivo è decisamente costoso ma quello di mantenimento è invece più economico, in quanto la gomma è assolutamente più resistente all’usura. I pneumatici possono essere utilizzati anche per creare una pavimentazione geotessile, materiale in tessuto non tessuto estremamente flessibile e impermeabile, utilizzato nei manti stradali con la funzione di separatore tra gli strati e di distributore dei carichi.

SCOPRI ANCHE: Riciclo creativo su come riutilizzare i jeans

Un uso indiscutibilmente più creativo è visibile nelle suole di alcune calzature, come scarpe da corsa, infradito e stivali da lavoro. Un artigiano spagnolo, per esempio, ha creato RiPneu, linea di scarpe da donna costituita da calzature con tacco e suola di gomma proveniente da pneumatici riciclati, tramezza in pasta di cellulosa e tomaia in pelle conciata al vegetale o in pelle non animale. Ma ci sono tantisssimi oggetti ricavati dalla gomma dei pneumatici riciclata come bloc notes, borse, scarpe, cinture, giocattoli e persino gioielli e pezzi di arredamento.

Ma cosa possiamo fare in pratica con i nostri pneumatici usati? Ecco qualche idea fai-da-te per ri-utilizzarli: come vasi o portavasi per le nostre piante, ad esempio. Si possono inoltre fare bellissimi complementi d’arredo come porta-riviste, sedute in gomma intrecciata e rivestita, contenitori, tappeti…

IDEE FAI-DA-TE PER RICICLARE I PNEUMATICI!

Guarda le foto

Ma non è finita qui. Sono molti gli artisti che ad oggi usano materiali di riciclo per le loro opere; coloro che usano i copertoni si occupano di tire art, per decorare e arredare con stile e intelligenza le nostre città.

E’ quindi possibile dare una seconda vita ai pneumatici e una chance in più al nostro Pianeta!

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *