Vancouver e le strade con l’asfalto di plastica…

di Alessia del 16 gennaio 2013

Vancouver, la metropoli canadese, si è fissata l’ambizioso obiettivo di diventare una delle città più green entro il 2020 e a giudicare da quanto sta mettendo a punto è sicuramente sulla buona strada.

Se abbiamo visto la plastica riciclabile tornare a nuova vita sotto forma di vestiti o sgabelli, o addirittura di case, ora preparatevi a calpestare un nuovo tipo di asfalto derivato proprio dalla plastica!

Grazie alla collaborazione con una società di Toronto specializzata in prodotti riciclati dalla plastica, GreenMantra, la plastica riciclata è stata fusa con l’asfalto per ottenere una nuova miscela con la quale pavimentare le strade di Vancouver, creando un minore impatto a livello ambientale.

FOCUS: Scopriamo Vancouver, la città più vivibile del pianeta secondo l’Economist

Cartoni del latte, vasetti di yogurt e bottiglie d’acqua sono stati macinati fino ad ottenere una sostanza simile alla cera che funge anche da collante con l’asfalto.

Gli studi finora dimostrano come sia possibile consumare il 20% in meno di carburante perché le temperature richieste per la lavorazione sono più basse rispetto alle procedure tradizionali. Peter Judd, ingegnere, ritiene che potrà esserci una riduzione di 300 tonnellate all’anno di gas serra. Utilizzando la plastica come legante saranno inferiori anche i vapori rilasciati nell’aria.

Purtroppo al  momento i costi da sostenere sono tre volte superiori e questo significa che i primi risultati saranno visibili solo a lungo termine, quando la produzione si diffonderà su larga scala.

Attualmente questo nuovo mix di asfalto e plastica è in via di sperimentazione su vari punti della città e finora si sta dimostrando resistente e durevole quanto l’asfalto tradizionale.

Se ti interessa leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *