L’amaca sospesa sul canyon e tutta fatta a mano

di Chiara Greco del 20 gennaio 2015

Che effetto fa sdraiarsi su di un’amaca sospesa nel vuoto, sotto il canyon, sopra il cielo, e per giunta costruita tutta a mano?

Probabilmente, chi offre le creazioni più belle del mondo è la Natura. Se poi c’è qualcuno che, prendendo spunto da un connubio tra sport, natura e tecnica, riesce a realizzare un’opera unica, a cavallo tra panorami naturale e genio umano, ques’opera rimarrà impressa nella mente di tanti.

E’ proprio un po’ quello che è successo poco tempo fa nel deserto del Moab, dove, ogni anno, in occasione della festa americana del Ringraziamento, si radunano appassionati di due fra gli sport estremi più popolari del momento: il Base Jump e l’High-line. Durante l’occasione infatti, gli sportivi si sono sfidati a provare emozioni forti, scatenando eccessi di adrenalina ma è successo anche altro.

Leggi anche:  A Berlino si può fare parkour in un parco giochi di materiali

Partiti dall’idea del funambolo Andy Lewis, sarebbe stata realizzata un’opera davvero originale: oltre 30 chilometri di corde intrecciate, realizzate con i materiali più resistenti e l’opera di 200 persone, avrebbero permesso di ottenere, in uno dei paradisi desertici degli Stati Uniti, un’ immensa amaca intrecciata sospesa a 1.200 metri di altezza sopra ad un canyon.

Tre giorni di sforzo creativo e atletico immenso per montare  l’enorme rete di forma pentagonale che è stata chiamata ‘Mothership Space Net Penthouse, Ogni braccio lungo circa 6 chilometri, è fissato alle estremità del canyon. L’amaca gigante sarebbe servita come base per alcune dimostrazioni del folle gruppo di base jumper, funanboli, equilbristi e film-maker, chiamato Moab Monkey, che poi documenta l’impresa nel suo sito.

Potrebbe piacert: I luoghi più incredibili in cui la Natura ha preso il sopravvento

amaca sospesa

L’amaca sospesa sul canyon e tutta fatta a mano

Con questi numeri impressionanti, relativi all’altezza nel deserto dello Utah e alle lunghezze degli intrecci colorati nella rete, si rimane ancora più impressionati se si pensa anche che quei fili hanno potuto reggere il peso di 15 persone in contemporanea e sapendo che le comunità di appassionati di sport adrenalici avrebbero smontato la grande amaca dopo pochi giorni, dandosi poi appuntamento al prossimo anno.

Mothership-Sky-Net-Penthouse

Il progetto dell’amaca sospesa sul canyon

Dopo tanti anni di tentativi, l’ideatore Andy Lewis ha potuto esprimere un’immensa gratitudine per tutto l’aiuto ricevuto e l’impegno congiunto. Davvero emozionante…

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment