Notizie

Asilo politico per rifugiati ambientali cercasi

I cambiamenti climatici indotti dal global warming minacciano ormai la sopravvivenza di milioni di persone sparse in tutto il mondo, per le quali l’unica soluzione è fuggire dai loro luoghi nativi per cercare rifugio in altri paesi. Un fenomeno in triste aumento ed estremamente attuale, destinato a ridefinire il concetto stesso di ‘rifugiato’ con conseguenti ripercussioni giuridiche e politiche.

Asilo politico per rifugiati ambientali cercasi

Per questo motivo l’Australia si appresta a diventare il primo Paese al mondo che riconoscerà la status di ‘rifugiato ambientale’ ai tanti abitanti delle isole del Pacifico che negli ultimi tempi stanno abbandonando le loro terre divenute ormai ‘inospitali’ per via degli effetti dei mutamenti climatici.

GUARDA: I migliori video sul global warming

Per questo motivo il Refugee Council of Australia, la principale organizzazione per rifugiati del continente ha chiesto ufficialmente la riforma della Convenzione per i rifugiati sottoscritta nel 1951.

A far scattare il primo campanello d’allarme era stato il caso di un uomo delle Isole Kiribati che chiese al tribunale dell’immigrazione di non essere espulso per fuggire alla drammatiche vicissitudini ambientali del proprio paese d’origine, oggi a soli 2 metri sopra il livello del mare. Una richiesta allora respinta dalla Corte proprio perché la Convenzione non garantisce lo status di rifugiato a coloro che si sentono minacciati dai cambiamenti climatici.

SCOPRI ANCHE: Cinque pazze idee per fermare il global warming 

Tuttavia, i rappresentanti del Refugee Council of Australia ritengono che nei prossimi anni l’Australia sarà costretta ad accogliere migliaia di esuli minacciati dall’innalzamento dei livelli del mare e da tempeste violentissime, esattamente come testimonia il caso delle Kiribati.

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button