Cirneco dell’Etna, carattere e cura di un cane antichissimo

di La Ica del 20 ottobre 2017

Il suo nome è Cirneco dell’Etna ed è uno dei cani più antichi esistenti.  Slanciato e leggero, è un cane da caccia di tipo primitivo e di compagnia, il che è dovuto anche al suo temperamento: affettuoso, ubbidiente e paziente.

Nonostante il suo aspetto, che lo aveva fatto risalire, in passato, al leggendario cane di Tesem, il Cirneco dell’Etna è in realtà, come dice il nome, un cane autoctono siciliano. Presente sull’Isola fin dal 1.000 a.C., i primi esemplari vennero scolpiti sulle monete d’argento coniate nell’antica Segesta. Il suo standard di razza è rimasto pressoché invariato dal 1989.

Cirneco dell’Etna, l’aspetto

La sua figura, snella e slanciata, ha permesso al Cirneco dell’Etna di abituarsi a terreni impervi e scoscesi, che affronta con equilibrio, eleganza e destrezza.

Il suo peso è infatti di al massimo 12 kg, per un’altezza al garrese di 50 cm (esemplari maschi). Particolarmente leggero e veloce, viene ancora utilizzato per la caccia al coniglio selvatico ed alla lepre.

Ossatura e muscolatura sono ben proporzionate, il corpo è infatti flessuoso e delicato, merito di anche strette e coda dall’attaccatura bassa.

Fronte lievemente bombata e muso dritto lasciano il passo ad un tartufo in tinta col mantello. Le orecchie sono larghe, puntute ed erette, ed il pelo, sempre corto, liscio e setoso, per alcuni soggetti può iniziare ad imbiancare molto presto, già dal 6° anno d’età.

Gli unici colori ammessi sono il fulvo uniforme, il sabbia, anche con macchie bianche, e l’Isabella, una tonalità tra il giallo ed il marrone.

Cirneco dell’Etna carattere

Nonostante il suo aspetto sia molto simile a quello del levriero, il Cirneco dell’Etna usa l’olfatto per cacciare, come fanno i cani da cerca. Dal carattere gioioso e giocoso fin da piccolo, se ben socializzato, diventa un adulto affettuoso ed indipendente.

Oltre a essere un buon cane da caccia, il Cirneco dell’Etna sa essere un guardiano e un cane da compagnia. Non solo infatti riconosce un unico padrone, ma gli dimostra fedeltà e ubbidienza. Con gli estranei sa sviluppare un senso di antipatia o simpatia immediati ma non sarà mai fisicamente aggressivo.

Con gli altri cani, specie se maschi, dimostra rivalità ed intolleranza, specialmente fino ai 3-4 anni d’età. Dolce e sensibile, è in grado di ricordare un sgarbo subito e di diventare, pertanto, rancoroso; quindi è importante essere fermi, ma non duri nel rimproverarlo.

Conoscete il Basenj? Un altro cane primitivi

La cura

È un cane particolarmente longevo, può infatti vivere fino a 15-20 anni. per mantenerlo in forze ed in salute, è necessario, però, che la sua dieta sia molto ampia e bilanciata.

Il Cirneco dell’Etna non disdegna l’ambiente famigliare ma necessiterà ed apprezzerà di essere portato a spasso a lungo e spesso, poiché ama ricevere stimoli costanti, anche da altre persone e altri cani. Prima di liberarlo in uno spazio aperto, è bene rafforzare con lui il proprio rapporto di fiducia. Inizialmente, infatti, il cane risulterà circospetto verso il nuovo ambiente.

È particolarmente intelligente, ma data la sua rissosità nei confronti delle altre razze di cani, è importante che venga guidato sin da subito ad una corretta socializzazione o potrebbe risultare ingestibile. Nonostante sia capace di vivere in città, è decisamente un cane da sport, che può vivere tranquillamente anche quando le temperature si fanno elevate.

Il pelo del Cirneco dell’Etna non necessita di particolari cure, dato che può essere spazzolato rapidamente. L’unica vera accortezza riguarda il freddo, non essendovi abituato.

cirneco

Prezzi

Essendo particolarmente diffuso, soprattutto in Sicilia, per avere un Cirneco dell’Etna è possibile spendere 400-600 euro (esclusi certificati medici e pedigree).

Vi consigliamo di leggere anche:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment