Come costruire in 15 giorni una scuola prefabbricata ecologica e antisismica

di Eryeffe del 1 maggio 2015

È possibile attuare una forma di architettura sostenibile altamente integrata rispettando una tempistica di sole due settimane? È quello che è stato fatto nell’estate 2010, dal Prof. Zhu Jingxiang della Scuola di Architettura presso l’Università Cinese di Hong Kong, per la ricostruzione di una nuova scuola elementare nella regione dello Sichuan, tramite metodi di costruzione basati sui principi di sostenibilità ambientale e norme di sicurezza antisismiche.

Il progetto è stato realizzato in seguito al forte terremoto che aveva colpito nel 2008 lo Sichuan, e che aveva fatto crollare molte scuole (molti bambini morirono sotto le macerie), poiché costruite con materiali inadeguati ai rischi sismici della zona.

scuola cinese prefabbricata

Una foto della scuola vista da fuori

In primo luogo si sono scelti materiali come pietre, mattoni, piastrelle recuperati dagli edifici crollati; ciò aveva permesso di ricostruire a basso costo, ma ad elevata eco-sostenibilità. Questa scuola prefabbricata ecologica ha una struttura portante fatta di acciaio, rinforzata da pannelli prefabbricati, garantendo un sistema leggero ed elastico in grado di resistere a forti scosse sismiche, con un muro spesso soltanto 16 cm.

FOCUS: Un asilo in terra cruda in Marocco

La scuola inoltre è stata termicamente isolata, tramite l’istallazione di impianti fotovoltaici, per assicurare che le classi fossero calde durante l’inverno e fresche nei mesi primaverili; in questo modo da un lato si risparmia energia, ma nel contempo se ne produce altra, definita “pulita” durante la pausa scolastica estiva, una vera e propria centrale produttiva ecologica.

Nel progetto è stato studiato un sistema di aperture decentralizzato, ovvero un attento studio sulla posizione e sulla ratio di porte e finestre per facilitare illuminazione e ventilazione dei locali. Anche i servizi igienici sono stati dotati di scaldabagno alimentato tramite energia solare.

Il principio di sostenibilità sociale ed economica è stato attuato coinvolgendo tutti gli attori locali, come le aziende di costruzione di Shenzhen e Chengdu, in modo tale da non delocalizzare la produzione e l’assemblaggio di materiali, ed osservando la tempistica di sole due settimane per edificare i 450 mq della Nuova Scuola.

Leggi anche:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment