Bioedilizia

Tutto sulla fibroceramica e i suoi molteplici ambiti di utilizzo

Che cos'è, quali sono le sue proprietà e quali sono gli ambiti di impiego ed utilizzo

La fibroceramica è un materiale isolante che ha rappresentato una sorta di rivoluzione in ambito edile. Molto resistente al calore ed estremamente leggera, si tratta di un materiale in grado di resistere benissimo agli shock termici e, pertanto, in numerosi ambiti si è dimostrata di gran lunga migliore rispetto ai materiali isolanti tradizionali. Con una buona stabilità termica ed una conduttività termica bassa, viene utilizzata in tanti ambiti: metallurgia, industria chimica, vetro, ceramica, petrolio, elettronica e altro ancora.

Tutto sulla fibroceramica e i suoi molteplici ambiti di utilizzo

Che cos’è la fibroceramica

Un materiale isolante che rappresenta un grande innovazione in ambito edile. È infatti un refrattario leggero e fibroso di molto superiore rispetto ai tradizionali materiali isolanti e refrattari. Nello specifico, la fibroceramica si contraddistingue per leggerezza, bassissimo coefficiente di conducibilità termica, limitato assorbimento di calore, ottima stabilità termica, mancanza di sbalzi termici e buona resistenza alle vibrazioni. Pertanto, è un materiale che si presta per essere utilizzato in numerosi e vari settori: da quello industriale fino ai settori aerospaziale ed automobilistico.

Scheda tecnica

  • Composizione: fibre alcalino, alcalino-terrose
  • Chimica: SiO2 60-70% – CaO + MgO 30-40%
  • Stato fisico: solido
  • Colore: bianco
  • Odore: nessuno
  • Punto di fusione: >1330°C
  • Infiammabilità: no
  • Proprietà esplosive: no
  • Proprietà ossidanti: no

Quali sono le caratteristiche e le proprietà della fibroceramica

  • Leggerezza
  • Resistenza alle temperature molto elevate
  • Ottima stabilità termica
  • Resistenza alle sollecitazioni e vibrazioni meccaniche
  • Bassa conduttività termica
  • Risparmio energetico del 10-30% rispetto ai materiali refrattari tradizionali come mattoni e calcinabili termoisolanti
Tra i vari materiali isolanti, la fibroceramica si contraddistingue per leggerezza, basso coefficiente di conducibilità termica, limitato assorbimento di calore, ottima stabilità termica, mancanza di sbalzi termici e resistenza alle vibrazioni.

A cosa serve la fibroceramica

Date le sue peculiarità, in primis la duttilità e la capacità di resistere al calore, la fibroceramica è indicata per vari scopi. Nelle applicazioni industriali, ad esempio, viene utilizzata per rivestire i forni ed isolare gli stessi con le guarnizioni.

Per gli strumenti per la protezione dal fuoco è utile per le porte taglia fuoco.

Ampio impiego se ne fa anche per il rivestimento di condutture, cavi e giunti. Anche l’industria automobilistica ha cominciato a fare largo uso di questo materiale per sfruttarne peso, capacità termiche e flessibilità.

Quali sono gli ambiti di utilizzo della fibroceramica

La fibroceramica viene usata in tutti quegli ambiti in cui serve un isolamento termico importante, ovvero in presenza di temperature che oltrepassano i 1000/1100°C.

Nelle centrali elettriche, questo materiale è utile per coibentare generatori e turbine.

Allo stato liquido, serve per riempire cavità o spazi in cui serve realizzare un isolamento termico. Non è quindi un caso che uno degli utilizzi più frequenti della fibroceramica avvenga all’interno dei forni per fondere vetro, ceramica e altri materiali.

Possiamo quindi riassumere i campi di utilizzo e le applicazioni della fibroceramica nel seguente elenco:

  • isolamento di tubi idraulici: specie di caldaie e tubazioni di acqua calda che scorrono nei muri delle abitazioni
  • isolamento delle guarnizioni degli sportelli dei forni industriali per proteggere ed anche per evitare la dilatazione
  • nei condotti termici e nei contenitori delle porte tagliafuoco
  • rivestimento per le canne fumarie ad alta temperatura
  • isolante per forni da vetro
  • rivestimento per stampi a colata
  • isolante per turbine a gas e a vapore
  • attrezzature da usare in ambito petrolchimico
  • isolamento termico di abbigliamento protettivo: guanti, elmetti, cappelli, stivali ecc..
  • scudi termici per motori di automobili
  • vari componenti delle auto da corsa
  • guarnizioni che devono sigillare, compressori, valvole e tutto quanto concerne il trasporto di gas e liquidi
  • in ambito aerospaziale ed aeronautico, isolamento di tutte quelle parti che vanno in forte attrito come ad esempio i freni
  • isolante per forni da incenerimento

La fibroceramica è cancerogena?

Le fibroceramiche in generale vengono classificate come cancerogene di classe 1B dal momento che il contenuto di ossidi alcalini e alcalino-terrosi risulta >18%.

Altri approfondimenti sull’isolamento termico

Ti potrebbero interessare i seguenti post su come isolare meglio la casa

Published by
Federica Ermete