Greentech

Il caricatore di cellulari alimentato dal fuoco…

La sensazionale scoperta del fuoco è stata la prima a portarci nella civiltà mentre quella del cellulare è stata quella che ha introdotto buona parte dell’umanità al nuovo secolo digitale del mondo perennemente interconnesso. E se fuoco e tecnologia cellulare abbinassero le forze per un progetto ambizioso e a dir poco interessante? VOTO è un caricabatterie messo a punto dalla Point Source Energy, che lavora tramite una cella combustibile, che s’attiva a contatto col fuoco.

Il caricatore di cellulari alimentato dal fuoco…

Al mondo, ci sono 1,5 miliardi di persone senza elettricità; spesso e volentieri, quelle stesse persone posseggono un cellulare, ma non possono caricarlo nella comodità della loro casa. Sono costretti a portarlo presso un centro e a lasciarlo lì per un o due giorni; un’inconvenienza, che causa conseguente dispendio di tempo e denaro.

SPECIALE: Caricare il cellulare con il sole a costi bassissimi, un’idea per l’Africa

Come caricarlo quindi senza elettricità? Sui fornelli!

Mentre il cibo cuoce, il cellulare si ricarica! Grazie ad una semplice reazione chimica; il gas riscalda la cella che, grazie all’ossigeno presente nell’aria, trasforma il combustibile bruciato in energia elettrica, energia, che finisce in un mini serbatoio in cui essere conservata, o invece, immediatamente utilizzata tramite il cavo già predisposto, per ricaricare il cellulare, o accendere una torcia a LED.

VOTO è stato montato su un supporto in metallo che ha la forma del manico lungo di una pentola. In questo modo, il cellulare rimane al sicuro dalle fiamme, mentre la cella può addirittura essere seppellita sotto quantità di carbone o legna per barbecue o camini!

FOCUS: Quando la bottiglia ricarica il cellulare

È perfetto dunque in gita, in campeggio ma anche per dimore ubicate in località isolate o anche solo momentaneamente disagiate (per via di una catastrofe naturale, ad esempio). VOTO può quindi essere utilizzato in tutte quelle situazioni in cui oltre all’elettricità, non vi sia nemmeno apporto di gas naturale.

Una soluzione pratica, ecologica ed economica che si definisce anche come un’eccellente passo in avanti in termini di qualità della vita per chi vive in realtà dove la corrente elettrica non è una commodity.

Leggi anche:

La Ica

Web editor freelance per portali e siti che si occupano di viaggi, lifestyle, moda e tecnologia. Districatrice di parole verdi per TuttoGreen dal maggio 2012, nello stesso anno ha dattiloscritto anche per ScreenWeek. Oggi, pontifica su Il Ruggito della Moda, scribacchia di cinema su La Vie En Lumière, tiene traccia delle sue trasvolate artistiche su she)art. e crea Le Maglie di Tea, una linea di magliette ecologiche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close