Categories: Ambiente

L’Italia è il Paese europeo con maggiore diversità biologica

Dopo tante classifiche che ci vedono protagonisti in negativo anche su questioni ambientali, per fortuna arriva un primato che deve farci riflettere sul patrimonio che abbiamo la fortuna di vivere e tutelare: l’Italia è il Paese europeo con maggiore diversità biologica.

Detto in altro termini: l’Italia ha la maggiore varietà di specie viventi tra tutti i Paesi europei.

Una varietà inaspettata e tutta da conoscere: il 98% sono insetti e altri invertebrati; i mammiferi sono rappresentati da ben 118 specie diverse.

E’ quanto emerge dallo studio ‘Parchi nazionali: dal capitale naturale alla contabilità ambientale’, una pubblicazione curata dal ministero dell’Ambiente che raccoglie e classifica i dati sul patrimonio naturale dei parchi.

Sono ben 56mila le specie animali custodite nei parchi nazionali italiani e per la prima volta sono state censite con uno studio apposito.

LA LETTURA CONSIGLIATA: 1000 oasi e parchi naturali da vedere in Italia (di Gianni Farneti)

Tra le piante, le foreste più diffuse dei parchi nazionali sono faggete e querceti, che danno un valido contributo alla lotta contro l’effetto serra.

Un simbolo vivente della biodiversità: la rana

Oltre che custodi di specie che rischierebbero altrimenti l’estinzione, i parchi hanno un’altra funzione fondamentale: frenano il consumo del suolo. Se in Italia infatti il 17% dei boschi ha ceduto il passo a superfici artificiali, l’attenzione degli enti parco ha permesso di ridurre al 4,5% l’urbanizzazione in queste aree protette.

Leggi anche:

Outbrain
Share
Published by
Luca Scialò

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.