Meraviglie del mondo animale: la roccia che vive

di Jessica Ingrami del 26 agosto 2012

Appare a tutti gli effetti come una roccia dura e antica. In realtà, è una creatura marina dalle sembianze “sassose” e dall’interno molle. Il suo nome scientifico è Pyura Chilensis e vive sulla costa rocciosa del Cile e del Perù, dove è commerciata e cucinata, cotta o cruda.

Meraviglie del mondo animale: la roccia che vive

Questo affascinante essere vivente appartiene alla classe degli Ascidiacea, animali marini che si ancorano a centinaia alle pareti rocciose e lì rimangono per tutta la vita, nutrendosi grazie al filtraggio di litri e litri di acqua: attraverso due sifoni che la collegano all’ambiente esterno, la Pyura chilensis può inalare ed espellere l’acqua, trattenendo all’interno le microalghe commestibili.

L’aspetto apparentemente roccioso dipende dalla tunica coriacea che la ricopre, ed è indispensabile per proteggere un interno estremamente vulnerabile. Tra tessuti molli e fasce muscolari, scorre un sangue chiaro ricco di vanadio, un metallo bianco decisamente tossico per l’uomo: l’animale sembra contenerne una quantità 10 milioni di volte superiore a quella che si trova nell’acqua circostante.

Questo non rappresenta, comunque, un ostacolo alle tradizioni locali che continuano a preparare numerosi piatti a base di Pyura chilensis.

Questa creatura marina, inoltre, è ermafrodita: possiede, cioè, sia le gonadi maschili, sia quelle femminili. In questo modo, è in grado di rilasciare le uova e lo sperma contemporaneamente, nel caso non vi sia un compagno nelle vicinanze con cui riprodursi.

Dalla cellula fecondata, poi, nascerà un piccolo girino che si ancorerà alla pietra e crescerà fino a raggiungere la forma adulta.

Incredibile, vero?

Altre storie di curiosità naturali:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment