Mercurio nell’acqua? C’è la app che lo scopre

di Eryeffe del 26 febbraio 2013

Rapido, efficace, economico  e a portata di smartphone: il test per rilevare la presenza di mercurio nell’acqua sta per diventare una ‘app’ grazie ad alcuni ricercatori spagnoli dell’università di Burgos che hanno messo a punto un nuovo metodo ‘portatile’ molto più innovativo e semplice delle complesse e costosissime tecniche utilizzate finora dagli esperti.

Si tratta di un’applicazione che chiunque potrà leggere facilmente con l’aiuto di uno semplice smartphone: il test consiste nell’immersione di un foglio di carta trattato con la rodamina – sostanza fluorescente insolubile di origine organica che cambia colore quando interagisce con il mercurio – che a contatto con l’acqua contaminata da mercurio diventa rossa.

SPECIALE: Avvelenamento da mercurio: quali rischi e come proteggersi

A quel punto è sufficiente fotografare con il proprio telefono la cartina e confrontarla con i valori di riferimento contenuti nel software della app per stabilire in maniera automatica e veloce il grado di pericolosità dei livelli di mercurio rilevati.

Niente più analisi di laboratorio, apparecchiature sofisticate e lunghe attese. Quella elaborata dagli esperti spagnoli, potrebbe rappresentare una soluzione rivoluzionaria per la prevenzione dei rischi e delle malattie provocate dall’accumulo di mercurio nell’organismo.

Leggi anche:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment