Ambiente

Mercurio nell’acqua? C’è la app che lo scopre

Rapido, efficace, economico  e a portata di smartphone: il test per rilevare la presenza di mercurio nell’acqua sta per diventare una ‘app’ grazie ad alcuni ricercatori spagnoli dell’università di Burgos che hanno messo a punto un nuovo metodo ‘portatile’ molto più innovativo e semplice delle complesse e costosissime tecniche utilizzate finora dagli esperti.

Mercurio nell’acqua? C’è la app che lo scopre

Si tratta di un’applicazione che chiunque potrà leggere facilmente con l’aiuto di uno semplice smartphone: il test consiste nell’immersione di un foglio di carta trattato con la rodamina – sostanza fluorescente insolubile di origine organica che cambia colore quando interagisce con il mercurio – che a contatto con l’acqua contaminata da mercurio diventa rossa.

SPECIALE: Avvelenamento da mercurio: quali rischi e come proteggersi

A quel punto è sufficiente fotografare con il proprio telefono la cartina e confrontarla con i valori di riferimento contenuti nel software della app per stabilire in maniera automatica e veloce il grado di pericolosità dei livelli di mercurio rilevati.

Niente più analisi di laboratorio, apparecchiature sofisticate e lunghe attese. Quella elaborata dagli esperti spagnoli, potrebbe rappresentare una soluzione rivoluzionaria per la prevenzione dei rischi e delle malattie provocate dall’accumulo di mercurio nell’organismo.

Leggi anche:

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close