Notizie

Nuovi incentivi 2013 per le auto a basse emissioni, tutte le novità

Buone notizie per chi sta pensando di acquistare un veicolo green.

Dal 14 marzo 2013, infatti, partiranno i nuovi incentivi per l’acquisto di veicoli a basse emissioni grazie al Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 12 febbraio che sblocca 120 milioni di euro disponibili per il triennio 2013-2015 pur se vincolati alla rottamazione di un vecchio veicolo con più di dieci anni.

Nuovi incentivi 2013 per le auto a basse emissioni, tutte le novità

Il provvedimento nasce con l’obiettivo di:

  • promuovere la realizzazione di nuove stazioni di ricarica per i veicoli elettrici
  • favorire la diffusione di veicoli a basse emissioni destinati al trasporto pubblico e privato
  • incentivare l’acquisto di veicoli elettrici o ibridi

Il finanziamento massimo ottenibile da chi compra un’auto elettrica o ibrida (che emetta meno di 50g/km di CO2) è di 5.000 euro. Per i veicoli ‘più inquinanti’ (tra i 50 e i 95 g/km di CO2) l’incentivo è di 1.200 euro. Gli incentivi riguarderanno tutti i veicoli elettrici, ibridi, a metano, a biometano, a GPL, a biocombustibili, a idrogeno con emissioni di anidride carbonica (CO2) non superiori a 120 g/km.

Tuttavia, è giusto sottolineare che il piano di finanziamento stabilito dal decreto esecutivo è rivolto principalmente ai veicoli aziendali (automobili, veicoli commerciali leggeri, ciclomotori e motocicli a due e tre ruote, quadri cicli) e a quelli pubblici (taxi, auto in regime di car sharing, noleggio, servizi di linea…) e, in minima parte, all’utenza privata.

Cifre alla mano, dei 120 milioni sbloccati dal Ministero, ben 35,5 milioni di euro saranno destinati ai veicoli ad alte percorrenze chilometriche mentre per le utenze private saranno erogati solo 4,5 milioni di euro. Ma vediamo nel dettaglio:

  • 5.000 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km
  • 4.000 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km
  • 2.000 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km

Per le auto elettriche acquistate nel 2015, il contributo previsto sarà pari al 15% del costo d’acquisto e rapportato a dei tetti massimi di spesa:

  • 3.500 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km
  • 3.000 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km
  • 1.800 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km

Per tutte le informazioni su come accedere agli incentivi e per conoscere il piano ministeriale è possibile consultare il sito http://www.bec.mise.gov.it/site/bec/home.html.

Leggi anche:

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Un commento

  1. Il provvedimento è senz’altro importante. Non potrebbe essere altrimenti, è necessario muoversi verso un uso sempre maggiore di veicoli “verdi”. Proprio per questo è ancora più grave la scelta di questa particolare procedura per l’erogazione da parte del governo italiano. I 5 mil. destinati ai privati sono “evaporati” in poche ore, mentre i 35 mil. destinati alle aziende molto difficilmente verranno richiesti a causa dei 10 anni minimi che dovrebbe avere la vettura da rottamare; le aziende infatti ammortizzano i veicoli in 5 anni!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close