Parte la terza edizione di ‘Strategia Clima’, la Call for Ideas di Fondazione Cariplo sul tema del cambiamento climatico ed emergenza idrica

Ben 3,2 milioni di euro per sostenere i territori della regione Lombardia e parte del Piemonte

Cambiamenti climatici ed emergenza idrica sono sicuramente temi molto attuali e di grande sensibilità, sia
per gli operatori del settore, che per l’opinione pubblica in generale. Fondazione Cariplo, da sempre attenta a temi come clima e sostenibilità ambientale, ha promosso ‘Strategia Clima’, una Call for Ideas ormai giunta alla sua terza edizione. Questa iniziativa mette a disposizione ben 3,2 milioni di euro per sostenere i territori della regione Lombardia e parte del Piemonte, colpiti da siccità e alluvioni, aiutarli a contrastare gli effetti devastanti del cambiamento climatico ed a promuovere strategie adeguate di transizione climatica.

Parte la terza edizione di ‘Strategia Clima’, la Call for Ideas di Fondazione Cariplo sul tema del cambiamento climatico ed emergenza idrica

La Call for Ideas di Fondazione Cariplo ’Strategia Clima’: contesto e obiettivi

Da tempo il progetto F2C – Fondazione Cariplo per il Clima si occupa di cambiamenti climatici e lo fa concretamente con la Call for Ideas ‘Strategia Clima’ che, ogni anno dal 2020, stanzia fondi necessari ad affrontare tale emergenza.

Quest’anno il contesto dell’iniziativa è incentrato soprattutto sulla gestione delle risorse idriche, dal momento che i fenomeni estremi legati all’acqua, come siccità e alluvioni, stanno assumendo una rilevanza sempre maggiore.

Si pensi, infatti, che solo nel primo semestre 2022 le precipitazioni sono state meno di un terzo delle piogge accumulate nello stesso periodo calcolato rispetto all’ultimo trentennio. Si capisce bene che questi fenomeni vanno a generare gravi impatti sia a livello ambientale, che a livello sociale, sanitario e, soprattutto, economico.

Le concentrazioni di gas che hanno una ripercussione sul clima, hanno ormai raggiunto dei valori che sono i più elevati degli ultimi 800.000 anni. Questo a causa delle emissioni da attività umane.

Ed è soprattutto l’aumento di queste concentrazioni a scatenare il riscaldamento globale osservato a partire dalla metà del XX secolo, periodo che ha registrato un aumento della temperatura media globale di circa 1,1° rispetto ai livelli preindustriali.

Lo stanziamento di ben 3,2 milioni di euro in aiuto e a sostegno di due territori in Lombardia e nelle province di Novara e Verbano-Cusio-Ossola ha come obiettivo la realizzazione di diverse iniziative, come la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici, la revisione degli strumenti urbanistici, la formazione degli amministratori e dei tecnici pubblici, il monitoraggio climatico e la sensibilizzazione della cittadinanza ai temi di emergenza ambientale e idrica.

Creare alleanze territoriali: a chi si rivolge la Call for Ideas ‘Strategia Clima’

Il bando si rivolge a diverse figure amministrative pubbliche, invitate a rispettare le regole generali previste dai ‘Criteri generali per la concessione di contributi’, dalla ‘Guida alla presentazione dei progetti’ e dalla ‘Guida alla rendicontazione’. Le idee progettuali potranno essere presentate da partenariati di Enti, come:

  • un raggruppamento di Comuni, ciascuno con numero di abitanti inferiore alle 130.000 unità,
    rappresentato da un Comune col ruolo di capofila con un numero di abitanti compreso tra 20.000 e 130.000 unità, e con il numero complessivo di abitanti del raggruppamento inferiore alle 200.000 unità
  • una comunità montana con un numero di abitanti inferiore alle 40.000 unità per ciascun Comune un numero complessivo di abitanti compreso tra 40.000 e 150.000 unità
  • un’unione, un consorzio od un’associazione di Comuni con un numero di abitanti inferiore alle 40.000 unità per ciascun Comune e un numero complessivo degli abitanti compreso tra 40.000 e 150.000 unità

Inoltre, il Comune capofila dovrà necessariamente coinvolgere nel ruolo di partner almeno:

  • un Ente gestore di area naturalistica
  • uno o più Enti privati no profit con esperienze in iniziative di coinvolgimento della cittadinanza nell’ambito di sostenibilità ambientale e di stili di vita sostenibili

La strategia dell’iniziativa e le idee progettuali

Per agevolare e incrementare quanto più possibile l’adesione a questa terza edizione, Fondazione Cariplo ha previsto la realizzazione di un ciclo di webinar che si terrà nel periodo tra febbraio e aprile 2023, in modo da guidare, supportare e formare tutti gli addetti ai lavori e gli Enti interessati sugli step da percorrere per aderire all’iniziativa e presentare le idee progettuali.

Nei webinar si daranno anche indicazioni sulla composizione dell’idea progettuale, sulla scelta degli ambiti-chiave sulle strategie di transizione climatica e sulle azioni da realizzare in generale.

Le idee progettuali dovranno contenere:

  • descrizione e mappatura delle principali criticità localmente rilevate, in ambito urbano e nel territorio rurale circostante, potenzialmente connesse ai cambiamenti climatici
  • descrizione della proposta che dovrà indicare la visione strategica attesa al 2030, gli obiettivi formulati in termini quantitativi, distinti tra quelli a breve termine e medio termine (2030), e le azioni di massima previste nel medio e lungo periodo
  • descrizione dei ruoli dei partner e della governance di progetto
  • elenco sintetico delle azioni e dei progetti finalizzati all’adattamento e alla mitigazione del CC nel territorio del progetto, sia già svolti che pronti ad essere finalizzati
  • modalità di attuazione del processo a medio-lungo termine per la realizzazione della visione strategica al 2030
  • piano economico dell’idea progettuale
  • risorse economiche e risorse umane a disposizione

La scadenza per la presentazione delle idee progettuali è prevista per il 16 maggio 2023. Il testo integrale del bando è consultabile sul sito di Fondazione Cariplo.

Published by
Rossella Vignoli