Progetto Love4Globe: un viaggio sostenibile in Costa Rica

di Salvo del 6 maggio 2011

Oggi vi raccontiamo la storia del progetto Love4Globe, un lungo viaggio di ben 6 mesi in  Costa Rica che è stato appena intrapreso da due ragazzi Italiani  ToTi Salemi e Silvia Costarella.

Il Costa Rica racconta Toti è  famoso per la sua elevata biodiversità e lo scopo del loro viaggio è quello di riuscire a vivere presso le comunità locali scoprendo e conoscendo i loro usi e costumi. Toti e Sivia parteciperanno a numerosi progetti ambientali come la protezione di tartarughe marine, ricerca su scimmie in via di estinzione e la tutela di alcune rare specie di uccelli.

Il loro progetto di Viaggio Sostenibile  è bellissimo e ci è piaciuto subito e abbiamo posto a Toti qualche domanda per capire meglio lo spirito che li anima:

Salvo: Da dove vi è venuta l’idea del viaggio e perchè proprio la Costa Rica?

Toti: “Abbiamo sempre avuto in mente un viaggio di questo tipo. Ci siamo trasferiti a Bristol in Inghilterra due anni fa, con lo scopo di perfezionare il nostro inglese e alla ricerca di nuovi e interessanti stimoli. L’Inghilterra ci ha dato veramente tantissimo, soprattutto l’opportunità di fare una grande esperienza nei nostri settori professionali.
L’idea di andare proprio in Costa Rica è venuta a Silvia lo scorso ottobre. Silvia ama da sempre la natura e ha un debole particolare per le scimmie. La destinazione ci ha da subito attratto per la sua biodiversità e per come questa viene sfruttata senza intaccare e rovinare la sua bellezza: il turismo sostenibile e l’ecoturismo.
Non ci sono mai piaciuti i viaggi preconfezionati da un’agenzia o i villaggi turistici e le ‘finte’ esperienze che vivi attraverso una vacanza del genere. Quindi abbiamo deciso di Viaggiare, non di andare in vacanza. Abbiamo pensato di vivere questa esperienza in modo totale, organizzandola da soli sotto ogni punto di vista. Abbiamo ricercato e contattato le associazioni non profit locali che si occupano di volontariato ambientale, che curano i numerossimi parchi nazionali e che organizzano progetti con le comunità del posto. Non è stata una ricerca facile, perchè molte di queste sono realtà piccolissime e perdute in posti remoti in mezzo alle foreste. Saranno loro a ospitarci nel corso del nostro viaggio, in cambio della nostra collaborazione e il nostro aiuto
.”

Salvo: Come vi finanzierete durante la permanenza in Costa Rica? avete trovato o provato a cercare qualche sponsor?

Toti: “Cari amici… questo è veramente un tasto dolente. Abbiamo cercato qualche sponsor, sia in Italia che in giro per il mondo, ma non ne abbiamo cavato un ragno dal buco. Ma scrivendo in giro siamo riusciti comunque ad attirare un pò di attenzione sul nostro progetto e qualche travel magazine ha deciso di seguirci e di pubblicare i nostri articoli e i nostri reportage, ovviamente senza impegno e senza alcun tipo di remunerazione. Come ci finanzieremo quindi? Da novembre, mese in cui abbiamo preso la decisione di affrontare questa avventura, abbiamo risparmiato più soldi possibili. Con un lavoro normale e pagando un affitto con relative bollette ecc capirete che non è facilissimo, ma con un pò (un bel pò) di sacrificio ed eliminando tutto ciò che è superfluo (pensate che ho affrontato il mese di aprile con 50 sterline come budget) siamo riusciti a mettere da parte un gruzzoletto che ci permetterà di finanziarci proprio il minimo e indispensabile. Ovviamente se qualcuno interessato a sponsorizzarci dovesse leggere questo articolo, non esiti a contattarci immediatamente!!!Silvia Manzanillo

Salvo: Pensate poi di scrivere un libro sulla vostra esperienza?
Toti: “Beh, sarebbe bellissimo, no? Quello che è sicuro è che scriveremo molto durante il viaggio (riflessioni personali, descrizioni dei posti, reportage, recensioni sulle cose che vedremo, ecc ecc). Io ho anche una grande passione per la fotografia e la mia Nikon sarà ovviamente con me in ogni momento. Poi alla fine vedremo cosa avremo tra le mani e chissà…

Salvo: Dopo 6 mesi passati cosi’, riuscirete a tornare a vivere in Italia??
Toti: “Oddio, ci pensiamo spesso. E rispondere adesso a questa domanda non è semplice. Diciamo che l’idea, dopo due anni in Inghilterra e sei mesi in Costa Rica, è quella di tornare in Italia portandoci dietro il nostro bagaglio di competenze ed esperienze e magari iniziare a trasformarle in qualcos’altro.”

Salvo: Cosa vi aspettate da questa esperienza?
Toti: “Questa è una domandona. Penso che ogni singolo momento di questa espererienza sarà un momento unico. Vivremo in alcune realtà assolutamente diverse da quelle in cui siamo cresciuti e a cui siamo abiutuati. Senza telefono, internet, tv e spesso senza corrente elettrica. Bere l’acqua piovana e stare 24 su 24 a pieno contatto con la natura e i 5 elementi. Dal punto di vista umano sono sicuro ci darà tantissimo: conoscere e mescolarsi con culture diverse è sempre una grande occasione di crescita. Uno dei nostri obiettivi è mettere a disposizione delle associazioni e delle comunità locali anche le nostre competenze e il nostro background. Silvia, laureata in Scienze del Turismo e della Comunità Locale e specializzata in Ecoturismo e Turismo Sostenibile, potrà imparare tantissimo da come le risorse naturalistiche della Costa Rica vengono sfruttate, ma nello stesso tempo avrà modo di dare il suo contributo e di dire la sua sullo sviluppo queste nuove forme di turismo. Io, specializzato in Copywriting, Comunicazione Creativa e Marketing potrò aiutare le associazioni e le comunità locali a farsi conoscere un pò meglio nel mondo, e a prendere dimestichezza con la comunicazione online.
Durante la sua permanenza presso l’associazione Asomipag di Gandoca, che si occupa della tutela delle tartarughe marine, Silvia è stata nominata responsabile delle sviluppo Turistico della riserva, e alcune persone da San Josè che fanno parte di un’associazione che aiuta le comunità della provincia di Talamanca, sono andate a trovarla per confrontarsi con lei e chiedere consigli
.”

Ringraziamo Toti e Silvia per la disponibilità e devo dire che ci viene una gran voglia di partire con loro per la Costa Rica..

Non potendo farlo purtroppo potremmo seguirli nella loro avventura su Facebook e sul loro blog e ci auguriamo anche su reportage e foto direttamente su TuttoGreen.

Outbrain

{ 1 comment… read it below or add one }

Maximiliano maggio 6, 2011 alle 11:58 pm

E’ possibile venire a trovarvi???

Rispondi

Leave a Comment