Design

Pubblicità come land art: ci prova l’agenzia inglese Curb

In un mondo bombardato dai messaggi pubblicitari, come attrarre l’attenzione di consumatori ormai assuefatti? Ideando metodi nuovi e fuori dal comune.

Pubblicità come land art: ci prova l’agenzia inglese Curb

È il caso di Curb, agenzia di comunicazione inglese specializzata nella realizzazione di campagne outdoor multimediali ed ecosostenibili.

FOTO: scopri le creatività Land art di Curb

Pubblicità che interagiscono con l’esterno in modo rispettoso e poco costoso, come nel caso di uno speciale sistema che trasferisce la forma del logo aziendale modellando la neve, come se vi facesse un timbro ma senza l’uso dell’inchiostro. Messaggi scritti con il gesso (chalk advertising), marchi incisi sulla sabbia, agroglifi: metodi ecologici, testati per resistere, che garantiscono visibilità nei luoghi più diversi e in spazi anche piccoli, siti su cui un volantino o un cartellone non avrebbero il permesso di campeggiare.

Divertente e poco invasivo è il sea tagging. Attraverso un sistema unico di pompaggio e di uno stencil appositamente creato, il messaggio o il logo dell’azienda vengono vaporizzati nell’acqua circostante, per esempio di un acquario, utilizzando l’acqua marina come mezzo di comunicazione. Se si preferiscono i marciapiedi invece, Curb ha messo a punto un sistema che rimuove selettivamente lo sporco per creare un tatuaggio ‘pulito’ di slogan e marchio. Un graffito che anziché scrivere sulla superficie, la pulisce.

Pubblicità viventi ideate con elementi presi in prestito dalla natura: come nel caso del LoGrow, in cui l’artista modella le zolle di terra per creare un logo di erba, rametti e sassi, e i mossages, installazioni di brand e slogan di fiori e muschio, giardini verticali su muri e facciate dei negozi, con sistemi di irrigazione autosufficienti. Veri e propri casi di land art aziendale, di ars topiaria e di guerrilla gardening istituzionalizzato. Sistemi puliti per attrarre l’attenzione liberando le nostre città dal grigiore del cemento.

Curb promuove un modo nuovo di fare pubblicità che unisce spettacolo e innovazione al rispetto per l’ambiente. Utilizzando materiali biodegradabili e tecniche ecocompatibili, contribuisce a creare sensibilità nella audience di riferimento, con un ritorno positivo per le aziende clienti.

FOTO: scopri le creatività Land art di Curb

Leggi anche:

La Ica

Web editor freelance per portali e siti che si occupano di viaggi, lifestyle, moda e tecnologia. Districatrice di parole verdi per TuttoGreen dal maggio 2012, nello stesso anno ha dattiloscritto anche per ScreenWeek. Oggi, pontifica su Il Ruggito della Moda, scribacchia di cinema su La Vie En Lumière, tiene traccia delle sue trasvolate artistiche su she)art. e crea Le Maglie di Tea, una linea di magliette ecologiche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close