Risparmio energetico

Lo sapete quanto consuma un piano cottura ad induzione?

Ve lo spieghiamo noi, ecco la nostra guida a questa tipologia di elettrodomestici

Quanto consuma un piano cottura ad induzione? Le cucine ad induzione sono diventate sempre più popolari negli ultimi anni grazie alla loro efficienza energetica, sicurezza e velocità di cottura.

Lo sapete quanto consuma un piano cottura ad induzione?

Ma quanto consumano realmente? Andiamo a capire in profondità il  funzionamento e di conseguenza il consumo energetico di questa tipologia di  piani cottura sempre più diffusi anche in Italia, offrendo una guida completa per chiunque sia interessato a questa tecnologia.

Cos’è un piano cottura ad induzione?

Un piano cottura ad induzione utilizza un processo di cottura elettromagnetico che produce calore direttamente nella pentola o padella, invece di riscaldare prima l’elemento del bruciatore e poi trasferire quel calore alla pentola.

Questo lo rende notevolmente più efficiente dal punto di vista energetico rispetto ai metodi tradizionali di cottura a gas o elettrici.

Quanto consuma un piano cottura ad induzione

Uno dei principali vantaggi rispetto ai metodi tradizionali di cottura è proprio il loro consumo energetico.

Quando si utilizza un piano cottura ad induzione, circa l’85-90% dell’energia elettrica utilizzata viene convertita in calore per cucinare, rispetto al 65-70% di un piano cottura elettrico tradizionale e al 50-55% di un piano cottura a gas.

Questo può ridurre significativamente le bollette energetiche, specialmente per le famiglie che cucinano molto, la minore dispersione di calore riduce anche i tempi di cottura degli alimenti che è un altro vantaggio.

Esempi

Cosa significa questo in termini pratici? Considerate questo esempio.

  • Se si cuoce un piatto per 30 minuti su un piano cottura ad induzione da 2000 watt, il consumo energetico sarà di circa 1 kWh.
  • Al contrario, lo stesso piatto cucinato per lo stesso tempo su un piano cottura elettrico o a gas consumerebbe molto di più.

Ora vediamo un esempio pratico di quanto consuma un piano cottura ad induzione rispetto a un piano cottura tradizionale per cucinare la pasta.

Caso 1: Cottura della Pasta su un Piano Cottura a Gas

Supponiamo che si stia portando a bollore una pentola di acqua su un fornello a gas che consuma circa 2,5 kWh.

  • Se impieghi 15 minuti per far bollire l’acqua e poi altri 15 minuti per cucinare la pasta, avrete usato il fornello per un totale di 30 minuti. Quindi il consumo energetico totale per cucinare la pasta è di circa 1,25 kWh (2,5 kWh / 2).

Caso 2: Cottura della Pasta su un Piano Cottura ad Induzione

Ora, immaginiamo di fare la stessa cosa su un piano ad induzione di 2 kWh.

Anche in questo caso, servono circa 15 minuti per far bollire l’acqua e altri 15 minuti per cucinare la pasta (anzi meno tempo in quanto non disperdendo calore il tempo si riduce, ma per semplicità di calcolo ipotizziamo la stessa durata).

Dato che i piani cottura ad induzione sono circa il 90% efficienti, il consumo energetico totale per cucinare la pasta sarebbe di circa 0,6 kWh (2 kWh * 30 minuti / 60 minuti * 90%).

Come potete vedere, cucinare una pasta su un piano cottura ad induzione consuma circa la metà dell’energia rispetto a un piano cottura a gas ed è per eccesso in quanto il tempo è anche inferiore.

Questo significa non solo un risparmio significativo sulla bolletta dell’energia, ma anche un minore impatto ambientale. Ricorda comunque che questi sono esempi teorici e il consumo energetico reale può variare a seconda di variabili come la quantità di acqua utilizzata, la temperatura ambiente, la dimensione e il materiale della pentola, tra gli altri.

Quali sono i fattori che Influenzano quanto consuma un piano cottura ad induzione

Sono generalmente più efficienti dal punto di vista energetico ma ci sono alcuni fattori che possono influenzare il loro consumo energetico.

  • Dimensioni della Pentola:  funzionano meglio con pentole e padelle della giusta dimensione. Se la pentola è troppo piccola per la piastra, parte dell’energia verrà sprecata.
  • Materiale della Pentola: Le pentole in ferro o acciaio inossidabile con un fondo magnetico funzionano meglio sui piani cottura ad induzione. Altri materiali, come il rame o l’alluminio, non sono adatti per l’induzione e non riscaldano efficacemente.
  • Impostazioni di Calore: come con qualsiasi piano cottura, l’uso di impostazioni di calore più alte consumerà più energia. Tuttavia, anche a impostazioni di calore più alte, i piani cottura ad induzione rimangono più efficienti rispetto ai metodi di cottura tradizionali.

Altre considerazioni ambientali e di sicurezza

Grazie alla loro maggiore efficienza energetica, i piani cottura ad induzione possono anche contribuire a ridurre l’impronta di carbonio.

Consumando meno energia per cuocere gli alimenti, si riduce la domanda di energia elettrica, che può portare a una riduzione delle emissioni di gas serra se l’elettricità viene generata da fonti fossili come in Italia.

Sicurezza e Comfort

Oltre al risparmio energetico, i piani cottura ad induzione offrono anche un livello di sicurezza e comfort superiore.

Dato che il calore viene generato direttamente nella pentola o padella, il piano cottura rimane relativamente freddo al tatto, riducendo il rischio di scottature. Inoltre, poiché il calore viene generato più velocemente, si risparmia tempo in cucina.

Le nostre conclusioni sui piani Cottura ad Induzione

Sono un investimento intelligente per chiunque cerchi un modo più efficiente e sicuro di cucinare.

Non solo risparmiano energia, riducendo così le bollette elettriche, ma offrono anche una serie di altri benefici, tra cui una maggiore sicurezza e un tempo di cottura ridotto.

Se state considerando di fare il passaggio a un piano cottura ad induzione, ricorda di prendere in considerazione il costo iniziale dell’acquisto e dell’installazione.

Questi costi possono essere facilmente compensati dal risparmio a lungo termine e dai benefici aggiuntivi che possono offrire.

Pertanto, se state cercando un modo per migliorare la vostra cucina, sia in termini di efficienza che di stile, potrebbero essere la scelta giusta per te. Non solo risparmierai denaro sulle tue bollette energetiche, ma contribuirai anche a proteggere l’ambiente per le generazioni future.

Altri approfondimenti sui piani ad induzione

Altri dettagli su questa tipologia di elettrodomestici.

Ed infine alcuni video sul loro utilizzo:

Come accendere l’induzione

Come sbloccare la piastra ad induzione

Tutto sul risparmio energetico ed il consumo di altri elettrodomestici

Published by
Rossella Vignoli