Scoperta un’isola galleggiante grande come il Veneto

di Erika Facciolla del 29 Settembre 2012

Strabiliante scoperta nel sud del Pacifico per alcuni marinai australiani che, navigando nel tratto di oceano che divide la Nuova Zelanda e le Isole Tonga, si sono imbattuti in una gigantesca isola di pomice mai vista prima.

Scoperta un’isola galleggiante grande come il Veneto

A dare l’annuncio ufficiale è stato il ministro neozelandese della Difesa che ha già inviato sul posto un’unità della marina e una ricognizione aerea per fare primi rilievi scientifici sull’isolotto. Stando alle prime informazioni, l’isola misurerebbe 7.500 chilometri quadrati (superficie pari al Veneto) e potrebbe essere emersa dopo una colossale eruzione del vulcano sottomarino Monowai, che si trova a un migliaio di chilometri da Auckland, vicino le neozelandesi isole Kermadec.

Ma ciò che ha lasciato di stucco i marinai imbattutisi per primi nella inaspettata scoperta è che l’isolotto, data la sua origine vulcanica (raffreddandosi rapidamente in acqua la lava si trasforma in pietra pomice), è costituito per lo più da un’immensa lastra di candida pomice galleggiante sugli impetuosi flutti oceanici.

La cosa più strana che abbia mai visto in 18 anni di navigazione’, questo il commento a caldo del tenente Tim Oscar, che ha descritto l’sola come ‘una grandissima zattera di pomice che sia alza e si abbassa seguendo il movimento delle onde, con rocce emergono per circa 60 centimetri dal livello del mare e brillano bianche come ghiaccio sotto al sole’.

Miracoli che solo la Natura può fare…

Leggi anche:

{ 1 comment… read it below or add one }

oscar febbraio 10, 2014 @ 2:51 am

La cosa che subito fa capire che è una bufala.. 1- non ci sono foto. 2 – una zattera grande come il veneto non segue il movimento delle onde alzandosi e abbassandosi a vista d’occhio altrimenti creerebbe uno Tzunami con la sua massa. Vi contradicete da soli nei vostri articoli.. anche se dimostrare l’ignoranza delle persone che ci credono.

Rispondi

Leave a Comment