Notizie

Torna ‘Domenica a spasso’, blocco traffico a Milano

Niente auto a Milano domenica 16 settembre. A comunicare la ripresa di quella che è già stata definita ‘una piacevole abitudine per tutti i milanesi’ è lo stesso Comune tramite l’Assessorato al Tempo Libero che conferma la volontà di dar seguito al progetto ‘Domeniche a spasso’ promosso dalla Giunta Pisapia.

Torna ‘Domenica a spasso’, blocco traffico a Milano

Nel corso della giornata il blocco del traffico sarà in vigore dalle 10,00 alle 18,00 e per l’occasione ATM riproporrà il biglietto unico al costo di 1,50 euro valido per tutta la giornata su tutte le linee urbane. Per gli abbonati, inoltre, servizio ‘bike sharing’ gratuito.

L’iniziativa si aggiunge alle tante proposte di svago promosse in città come la gratuità dei musei civici e la passeggiata da Piazzale Loreto a Piazzale Duomo, denominata ‘a ruota libera’ alla quale potranno partecipare mezzi ad esclusiva propulsione umana come bici, pattini, skateboard, monopattini…

I prossimi appuntamenti nel calendario 2012 di ‘Domeniche a spasso’ sono il 14 ottobre18 novembre. Un’ottima occasione per concedersi qualche ora di relax per camminare senza slalom tra le auto.

 

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close