Bioedilizia

Le case prefabbricate in legno sono abitazioni durature, sicure ed economiche: approfondiamone i vantaggi e le controindicazioni per conoscerle meglio

Le case prefabbricate in legno sono abitazioni che si distinguono per le elevate prestazioni energetiche, il comfort abitativo, la facilità e flessibilità progettuale e per il design e l’estetica piacevole.

Le case prefabbricate in legno sono abitazioni durature, sicure ed economiche: approfondiamone i vantaggi e le controindicazioni per conoscerle meglio

Le strutture prefabbricate in legno possono rispondere ad ogni esigenza progettuale: abitazioni, casette da giardino, ampliamenti e sopraelevazioni, garage e perfino strutture ricettive.

Vi vogliamo parlare di tutti gli aspetti positivi che la costruzione in legno di case prefabbricate può apportare al mondo della edilizia, senza nascondere alcun dettaglio.

Cosa è una casa prefabbricata in legno 

Si tratta di una struttura in legno che in parte viene costruita in fabbrica e poi portata sul posto per essere assemblata e fungere da struttura portante dell’intera costruzione.

Non è la materia prima grezza (cioè il legno) ad essere trasportata in cantiere, ma le componenti semi-lavorate in stabilimenti produttivi (quindi prefabbricate).

Oggi la tecnologia aiuta enormemente la produzione di queste strutture prefabbricate, che vengono quindi realizzate con precisione computerizzata in stabilimenti che garantiscono una ottima qualità e performance.

L’interno delle pareti viene riempito con materiali isolanti ed esternamente rivestito con pannelli di legno o cartongesso.

La lunga storia della progettazione in legno 

Il legno è uno delle materie prime più antiche presenti in natura e utilizzate da sempre dall’uomo per costruire prima ripari e poi abitazioni.

Dopo uno stallo dovuto all’enorme diffusione del cemento armato, oggi ritorna in auge questo metodo costruttivo per realizzare abitazioni, ville e garage.

Prefabbricazione: la storia 

La costruzione di case in legno prefabbricate ha origine in America: già alla fine del 1700 i primi immigrati per costruire le loro case velocemente pensarono di preparare e poi assemblare sul posto delle pareti lignee.

In Europa la prima casa prefabbricata in legno è stata eseguita in Austria e risale al 1910: si trattava di un piccolo padiglione per la di caccia a Vienna, ancora oggi visitabile.

case prefabbricate in legno 

Non passò poi inosservata in Germania nel 1927 l’opera dell’architetto Walter Gropius, fondatore del movimento Bauhaus, che presentò le prime case pronte per il montaggio e fondò negli Stati Uniti una delle prime fabbriche per la produzione di elementi per la costruzione di case in collaborazione con l’artista Konrad Wachsmann.

Secondo il parere di alcuni storici, l’idea di casa prefabbricata in realtà fu italiana: già Leonardo da Vinci nel 1494 progettò un padiglione mobile in legno per il parco della duchessa Isabella Sforza.

Industria della prefabbricazione in legno in Italia 

L’edilizia in legno è un’industria che vale in Italia 700 milioni di euro e che interessa ormai il 7% dei nuovi permessi di costruzione: questo settore in Italia sta vivendo un vero e proprio boom.

Il processo di crescita del mercato delle costruzioni di prefabbricati in legno ha iniziato ad espandersi nel nostro Paese in seguito ad un evento drammatico: il sisma che ha colpito nel 2009 il centro Italia e l’Abruzzo in particolare.

In questa occasione l’utilizzo di una vasta serie di casette in legno costruite in fabbrica e montate in loco hanno risolto la necessità abitativa di molte persone, dimostrandosi funzionali, veloci da realizzare, confortevoli da abitare e sicure perché anti-sismiche.

Perché scegliere una casa in legno 

Costruire in legno, perché? Una sola risposta potrebbe bastare: perché è responsabile.

Costruire in legno ha diversi vantaggi, ma soprattutto ad oggi viene considerata una scelta di sostenibilità a cui l’edilizia del futuro non può che ispirarsi.

Le costruzioni in legno possono costituire una valida alternativa alla tradizionale edilizia in muratura o in cemento armato. Infatti, se adeguatamente progettate, hanno numerosi vantaggi come:

  • rapidità di costruzione
  • eco-sostenibilità
  • risparmio energetico
  • sicurezza antisisimica
  • salubrità indoor
  • qualità

Vediamo nel dettaglio perché costruire strutture prefabbricate in legno può rivelarsi interessante rispetto ad una costruzione tradizionale.

Riduzione dei tempi di costruzione 

Un edificio di legno, anche di molti piani, è relativamente semplice, veloce e poco costoso da realizzare, perché:

  • il legno è un materiale leggero, facilmente trasportabile e maneggiabile in cantiere
  • il montaggio è veloce, perché effettuato interamente a secco mediante l’utilizzo di collegamenti meccanici con piastre di acciaio, viti, chiodi e bulloni.
  • il cantiere è più pulito e ordinato perché non ci sono getti in opera, né materiali inerti.
  • si perdono meno ore di lavoro e serve meno personale al lavoro perché le parti sono pre-assemblate e richiedono minor tempo per la posa.
  • i costi sono più bassi dell’edilizia tradizionale in calcestruzzo e mattoni per via di un cantiere più veloce e snello e per voci di costo stabili rispetto al preventivo e poco soggette ad imprevisti.

Eco-sostenibilità 

Il legno è una materia prima rinnovabile e riciclabile che consuma poca energia nelle fasi di produzione e posa in opera rispetto ad altri materiali da costruzione.

Inoltre non rilascia emissioni, polveri o fibre nocive durante l’impiego, assorbe CO2, e limita le perdite di energia grazie alle sue qualità termiche.

Durante lo smaltimento non inquina e, per di più, restituisce l’energia accumulata se viene impiegato per la termovalorizzazione.

case prefabbricate in legno

L’eco-sostenibilità di questo tipo di abitazione è data dal suo maggiore isolamento termico-acustico con accorgimenti che possono essere trattati in fabbrica e che permettono poi di consumare meno energia per riscaldarle (isolamento in lana di legno, vetri doppi o tripli a basse emissioni con forte tenuta all’aria e eliminazione dei ponti termici).

Efficiente energeticamente 

In merito al risparmio energetico il legno è da considerarsi un ottimo isolante termico. Costruire in legno è anche garanzia di un buon isolamento acustico.

Ottima anche la traspirabilità fornita dall’utilizzo di materiali naturali a base di legno.

Proprietà antisismiche

Le strutture costruite in legno e in fibra di legno offrono ottima resistenza e flessibilità e vengono infatti utilizzate in tutto il mondo per la sicurezza antisismica.

Attenzione però al suo degradamento: vanno scelte aziende che producono strutture con classi di durabilità adeguate e trattamenti specifici che lo rendono a tutti gli effetti un materiale durevole nel tempo

Salubrità dell’aria

I rivestimenti in legno, grazie alle proprietà biologiche di questo materiale, permettono un ottimo isolamento. Inoltre, essendo un materiale naturale, garantisce un clima abitativo piacevole e sano.

Qualità della casa prefabbricata in legno

La casa prefabbricata, grazie ai suoi componenti assemblati in fabbrica, riduce il rischio di un cattivo coordinamento tra i vari operatori del cantiere, che può portare anche a problemi e difetti costruttivi difficili poi da eliminare.

È anche meno soggetta anche al brutto tempo, per via dei suoi rapidi tempi costruttivi, così da che non subire problemi di qualità alle fondamenta, all’isolamento o all’intonaco (infiltrazioni, muffe).

I vari blocchi da assemblare hanno superato test di qualità e tenuta all’aria direttamente in fabbrica, test che la costruzione tradizionale non prevede.

Infine, il ruolo dei subappaltatori è minore nel processo di costruzione, il che riduce notevolmente i rischi di cantiere.

Costruire in legno: è necessario un permesso? 

Le case prefabbricate in legno, se hanno le stesse caratteristiche di inamovibilità delle abitazioni in cemento, hanno la stessa necessità di richiedere un permesso di costruzione.

In pratica, quando si costruisce una casa in legno che diventerà abitazione e quindi non sarà rimossa in tempi brevi, sono necessari gli allacci alla rete idrica pubblica, alla rete elettrica e alle fognature.

In questo caso la casa prefabbricata necessita di richiesta del Permesso di costruzione.

Dove richiederlo 

Il permesso per edificare va richiesto al Comune nel quale si trova il terreno edificabile.

Il Comune richiederà a tal fine alcuni documenti che verranno stilati da personale qualificato: si tratta di professionisti tecnici – architetto geometra o ingegnere – che allegheranno anche il progetto della casa da costruire.

case prefabbricate in legno

Nel caso di strutture prefabbricate, le imprese produttrici offrono sempre il servizio chiavi in mano, che include appunto la progettazione, la presentazione della richiesta, il trasporto e il montaggio della casa.

Possono essere opzionali garanzia e manutenzione.

Vincoli possibili 

Il Comune a cui viene fatta richiesta di costruire e presso cui viene depositato il progetto, verificata la edificabilità del terreno, potrà anche controllare che il terreno rientri nel piano regolatore o se sono presenti aree pubbliche, come previsto dalla legge.

Nel caso di abitazione in legno, essendo un materiale naturale, sarà necessario ottenere anche le autorizzazioni paesaggistiche.

Casa prefabbricata mobile

Se invece la casetta prefabbricata in legno che si vuole costruire è mobile, quindi temporanea, è possibile procedere con il montaggio senza richiedere il permesso.

Per individuare il carattere di temporaneità ci sono dei criteri specifici a cui attenersi, come ad esempio le dimensioni ridotte o le ruote per il trasporto, o un utilizzo non abitativo, come ad esempio ricovero per gli attrezzi.

Dove si può installare il prefabbricato in legno 

Sicuramente si deve costruire su un terreno edificabile.

Le case in legno sono a tutti gli effetti edifici come tutti gli altri e devono sottostare agli stessi vincoli edilizi e urbani delle costruzioni tradizionali. Senza nessuna eccezione.

Uso comune delle case prefabbricate in legno

Le costruzioni prefabbricate in legno sono diffuse soprattutto a scopo abitativo per piccoli edifici mono o pluri-familiari, ma grandi prospettive di crescita hanno anche gli edifici non residenziali come scuole, uffici, edifici commerciali.

La case in legno prefabbricate vengono quindi acquistate per:

  • uso abitativo
  • garage
  • ripostigli e case per attrezzi
  • ampliamento della propria abitazione
  • realizzazione di sopraelevazioni
  • case mobili

Case prefabbricate in legno: interni

Gli interni di questo tipo di abitazioni sono in tutto e per tutto uguali a quelli di una casa in mattoni o cemento, se si decide di intonacare i divisori. Si possono però scegliere rivestimenti in legno, per conferire maggiore calore all’ambiente.

Gli impianti trovano alloggio in speciali vani all’interno delle pareti, che vengono coibentate con materiali come la lana di vetro o di legno per aumentarne l’isolamento.

In genere, queste abitazioni prefabbricate permettono comunque di personalizzare le finiture e la distribuzione delle stanze, e di aggiungere elementi in più nel corso del tempo, per ampliare lo spazio.

case prefabbricate in legno

Casa prefabbricata in legno: costo e risparmio

Rispetto alle costruzioni tradizionali, le case prefabbricate con struttura portante in legno costano approssimativamente dal 20 al 40%  in meno.

Questo è possibile grazie all’alto livello tecnologico raggiunto dai produttori di queste strutture e dalla ottimizzazione di tutte le fasi di cantiere.

Si tratta di un risparmio che considera l’importo finale della costruzione:

  • il cantiere di una casa prefabbricata dura in media 3-6 mesi, quindi il costo di cantiere è inferiore al cantiere tradizionale.
  • il personale in opera è ridotto
  • il risparmio viene calcolato anche in base al risparmio energetico in bolletta, negli anni
  • la manutenzione nel tempo è minima

Case prefabbricate in legno: prezzi e finiture

In linea di massima, a seconda del livello di finitura richiesto, si possono avere varie fasce di prezzo al mq.

Per chi vuole veramente risparmiare, esiste un prezzo-base che non prevede il montaggio. Via via che si aggiungono servizi, ecco che i costi aumentano. Ecco qui il livello di finitura:

  • al grezzo: si può decidere di far da soli tutte le operazioni di finitura interna, compresa l’intonacatura o il rivestimento delle pareti, l’installazione di attrezzature per la cucina e il bagno e il montaggio dell’impianto elettrico ed idraulico. Costo: da 400 a 600 euro/mq.
  • grezzo avanzato: solo le pareti sono rifinite, il resto è a carico del cliente. Costo: da 800 a 1.100 euro/mq.
  • semifinito: si prevede l’installazione dei sanitari e degli impianti. Costo: da 1.000 a 1.300 euro/mq.
  • chiavi in mano: tutto è già installato e montato, mancano solo le attrezzature della cucina e i mobili del bagno. Costo: da 1.200 a 1.600 euro/mq.
  • attiva: in questo caso non manca nulla, si può solo entrare con i propri mobili, la casa è pronta da vivere, comprensiva di cucina e mobili del bagno. Costo: da 1.600 a 2.000 euro/mq.

Case prefabbricate in legno ‘chiavi in mano’

Quando una casa viene consegnata ‘chiavi in mano’, significa che non si deve pensare quasi a nulla da soli. Il prezzo comprende tutto e appena l’installazione della casa sarà completata, potrete trasferirvi al suo interno. Non sarà necessario effettuare collegamenti o altro.

Questa formula prevede il montaggio anche di alcuni mobili come la cucina attrezzata, il bagno e tutte le finiture interne ed esterne, compresi gli impianti di riscaldamento o aria condizionata.

Potrete scegliere queste finiture tra quelle proposte dal produttore.

Il costo ‘chiavi in mano’ può rivelarsi più elevato del 40% rispetto a quello base, ma non dovrete occuparvi di nulla, anche dei documenti per ottener il permesso di costruzione.

Tuttavia, non esiste una definizione univoca di ‘chiavi in mano’ e la quantità di servizi garantiti dipenderà da ciascun produttore. Assicuratevi di chiedere prima di firmare qualsiasi cosa.

Case prefabbricate in legno moderne

Non ci sono solo le classiche casette in stile chalet di montagna. Una casa prefabbricata in legno può anche essere moderna e di design. Cercate tra i vari costruttori e troverete diverse proposte di stile moderno, con ampie vetrate e anche open space.

Inoltre, esistono nuovi tipi di case modulari, che sono da due a tre volte più veloci da costruire e installare e permettono maggiore personalizzazione della distribuzione degli spazi e una distribuzione più moderna della planimetria.

Case prefabbricate in legno nel mercato italiano

Il mercato di riferimento italiano è ricco di proposte di case, casette e ville prefabbricate in legno. Soprattutto in Trentino Alto Adige, in Veneto e Lombardia, dove sono presenti aziende leader nel settore.

I migliori costruttori di case in legno

Ci sono diverse aziende di case prefabbricate in legno, anche straniere, che operano in Italia. Diverse sono localizzate in Alto-Adige, doive la tradizione della costruzione in legno è più antica. Tra le più conosciute e serie citiamo Rubner Haus, Pineca, Norges Hus, Wolf House, Vario Haus, Hooome.

Pineca 

Dal 2017 è presente su nostro mercato anche un’azienda a conduzione familiare, Pineca, fondata nel 1993 e cresciuta dapprima in Francia, poi nel 2012 nel Regno Unito con il nome Quick Garden Ltd e nel 2015 in Germania.

Pineca ha quindi un know how consolidato nella produzione di strutture prefabbricate. I suoi punti forti sono

  • La materia prima: utilizza la miglior qualità di pino nordico e abete scandinavo come principale materiale da costruzione, a garanzia della resistenza delle costruzioni, piccole o grandi che siano.
  • La professionalità: gli edifici in legno vengono costruiti con murature spesse 44 mm e sono dotati di finestra a doppio vetro. Tutti i prodotti (case in legno, garage, garden office, case mobili e altri edifici da giardino) offrono garanzia di 10 anni.
  • L’ottimo rapporto qualità-prezzo.

Case prefabbricate in legno: prezzi su Pineca

Ecco alcuni esempi di modelli in vendita su pineca.it i cui prezzi sono comprensivi di pavimento, pareti, tetto in legno, porte e finestre, ferramenta e IVA.

Il modello coibentato Vera di 132 mq ha una terrazza di 13,5 mq. Prezzo: 30.226 eur.

La casa coibentata Marina da 48 mq ha ampie vetrate realizzate con doppi vetri. Le pareti esterne hanno doppi muri di 44 mm l’uno e 50 mm di isolante su tutte le superfici esterne, che garantisce la possibilità di sfruttare l’abitazione tutto l’anno in totale comfort. Prezzo: 6.919 euro.

case prefabbricate in legno

Il modello Essex è una piccola casetta composta da 1 stanza con eleganti porte e finestre, anche da colorare, costruita in pino nordico e abete scandinavo durevole e robusto. Prezzo: 5.449 euro.

case prefabbricate in legno

Case prefabbricate in legno usate

Sul mercato ci sono aziende che propongono case in legno usate e si occupano sia del suo smontaggio che del rimontaggio in un altra zona ad un prezzo più basso rispetto all’acquisto del nuovo. La durata di un edificio con struttura e pareti in legno è simile a quella di uno in muratura, per cui può avere senso valutare anche questa opzione, specialmente se si vuole risparmiare e si è orientati a abitazioni molto grandi o su più piani.

Tuttavia, se siete invece alla ricerca di una casa prefabbricata di seconda mano, dovete tenere a mente diverse cose prima dell’acquisto. Prima di tutto ispezionate la casa, ancora montata, attentamente, per valutare eventuali danni e quantificare eventuali interventi di manutenzione. Potete fare questo con un tecnico specializzato o un carpentiere esperto di strutture in legno, che vi darà consigli anche sull’entità dei problemi e una stima delle spese.

Dovete valutare alcuni elementi fondamentali sulla base dell’integrità dell’involucro per stabilire se la struttura è ben conservata o presenta elementi che ne pregiudichino l’isolamento o la solidità. Dopo di che passate a controllare:

  • stato dell’isolamento, controllando l’eventuale presenza di muffa e macchie di umidità, lo stato degli infissi e chiedendo di vedere le bollette per i consumi relativi al riscaldamento degli ultimi anni
  • solidità statica, controllando la presenza di crepe o distacchi dell’intonaco in corrispondenza dell’ossatura che sorregge la casa

case prefabbricate in legno

Domandate tutta la documentazione di accompagnamento, dalle bollette al permesso costruttivo, alle istruzioni di montaggio, compreso il costruttore originale, che potrete anche contattare separatamente per avere altre informazioni di dettaglio.

Dubbi sulle case prefabbricate in legno

Resistenza e manutenzione. La casa prefabbricata in legno non necessità di maggior manutenzione rispetto ad una casa tradizionale: il legno da costruzione, infatti, viene reso resistente all’usura, all’umidità e a al fuoco. Necessitano delle stesse attenzioni e manutenzioni di una casa tradizionale.

Resistenza all’umidità. I sistemi costruttivi in legno sono perfettamente isolati dalle intemperie e dall’umidità. Non è vero che il legno marcisca a contatto con l’acqua, viene trattato opportunamente per essere resistente all’umidità.

Sicurezza antincendio. La casa in legno teme il fuoco? No. Le pareti in legno hanno spesso prestazioni di resistenza al fuoco superiori a quelle in cemento. Questo grazie a un meccanismo chiamato carbonatazione del legno: un processo per cui, raggiunta una certa temperatura, la superficie lignea si carbonizza, proteggendo come uno scudo la parte più interna del materiale.

ScriBio

Siciliana di nascita (1970) e milanese di adozione dal 1988. Ha svolto tanti lavori e per ognuno di essi ha dato il meglio con passione e voglia di imparare. Fino al 2011: licenziata, separata, due figli. Anno della svolta: seguire la sua attitudine, la scrittura. Inizia per caso a lavorare come free lance per una casa editrice milanese specializzata in riviste tecniche. Scrive di edilizia e architettura per Imprese Edili e viene attirata dal mondo della bioedilizia e dell’architettura sostenibile (collabora anche con architetturaecosostenibile.it). Arriva la digitalizzazione, le riviste sono quasi totalmente online: si specializza e anche oggi continua a tenersi aggiornata, non smettendo mai di ascoltare, guardare e imparare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close