Acqua ossigenata usi alternativi e proprietà

di Erika Facciolla del 19 luglio 2016

Sicuri di conoscere tutte e proprietà dell’acqua ossigenata? Date un’occhiata a questa guida pratica che vi illustrerà dalla A alla Z tutte le proprietà e i molteplici utilizzi del perossidi di idrogeno.

L’acqua ossigenata – il cui nome scientifico è perossido di idrogeno – è il perossido chimicamente più semplice. Fu sintetizzata per la prima volta dal chimico francese Louis Jacques Thernard nel 1818 . A temperatura ambiente si presenta come liquido incolore, acquoso, corrosivo e dall’odore pungente. Per tali ragioni, no è mai utilizzata pura ma si trova in commercio in soluzioni disinfettanti miscelate con acqua.

La caratteristica che più stupisce è la sua funzioni di ossidante o riducente particolarmente ecologico: quando funge da ossidante dà acqua, mentre quando si comporta come riducente produce ossigeno. In base a queste proprietà, la cosiddetta green chemistry ne ha fatto un largo impiego come reagente a bassissimo impatto ambientale.

acqua ossigenata

Acqua ossigenata: sai a cosa può servire?

SCOPRI: le alternative naturali alla candeggina

E’ acquistabile in farmacia o parafarmacia. A seconda dell’uso, si possono scegliere diverse concentrazioni: per uso personale e domestico è consigliabile a concentrazioni più basse (3%, ovvero 10 volumi). Anche qui:

Acqua ossigenata usi

Forse non tutti sanno che, oltre ad essere un potente disinfettante, è anche un valido sbiancante e antisettico e per tanto si rivela essere un valido aiuto in casa, per la cura della persona e un prodotto largamente utilizzato a livello industriale. È importante tener presente che usato in grandi quantità si rivela tossica.

Ecco alcuni degli usi alternativi più interessanti di questo formidabile prodotto:

  • Sbiancante: è l’uso probabilmente più conosciuto. Perfetto per sbiancare i denti, il perossido di idrogeno è utilizzabile sotto-forma di collutorio (3%) prima di lavarsi i denti e dentifricio. Un cucchiaino di acqua ossigenata in un pentolino di acqua calda è la base perfetta per una soluzione sbiancante per le unghie (tenere in ammollo per 10 minuti). Può essere un valido sostituto della candeggina (irritante ed inquinante) per sbiancare il bucato.
acqua ossigenata

Acqua ossigenata: sicuri di conoscerne tutti gli usi che possono esserne fatti?

  • Disinfettante: utilissima per disinfettare piccole ferite, escoriazioni e tagli (stando ben attenti ad evitare il contatto con gli occhi). Utile per la disinfezione del bucato in piccole quantità (un cucchiaino aggiunto nella vaschetta della lavatrice) e per rimuovere le macchie di sangue. L’azione disinfettante dell’acqua ossigenata è sfruttabile anche su tutte le superfici domestiche lavabili.
  • Schiarente: utilizzata in piccole quantità e a basse concentrazioni, l’acqua ossigenata è molto adatta per schiarire le macchie della pelle sul viso o sulle mani. 
  • Battericida: come pediluvio, si rivela molto efficace per prevenire le classiche infezioni da funghi a cui ci si espone frequentando palestre e piscine. In combinazione con l’aceto bianco, inoltre, pare sia in grado di eliminare totalmente i batteri E.Coli e Salmonella.
acqua ossigenata

Acqua ossigenata: il suo utilizzo per schiarire i capelli è assai noto… ma non serve solo a questo, anzi!

Acqua ossigenata per i denti

L’acqua ossigenata è uno dei rimedi naturali più efficaci per la cura dei denti e del cavo orale. Ideale per l’igiene orale, ma non deve assolutamente essere ingerita, onde evitare pericolose irritazioni interne.

Oltre alla sua azione disinfettante, si rivela un valido alleato per il trattamento delle infiammazioni gengivali e per lo sbiancamento dei denti. Per realizzare un dentifricio sbiancante a base di acqua ossigenata da utilizzare una volta a settimana, vi serviranno due cucchiaini di perossido di idrogeno e 3 di bicarbonato. Mescolateli con poca acqua fino ad ottenere una pasta utilizzabile al posto del normale dentifricio.

LI CONOSCI?: Rimedi naturali per le macchie della pelle

Acqua ossigenata per i capelli

A livello industriale, l’acqua ossigenata è molto utilizzata per preparazioni schiarenti per capelli. E’ possibile godere di queste proprietà anche utilizzandola in casa, con moderazione, per schiarire o donare riflessi più chiari alla chioma. In questo caso il consiglio è di diluire piccole quantità di acqua ossigenata al 3% con il 50% di acqua e di vaporizzarla sui capelli bagnati una volta a settimana servendovi d un contenitore spray.

SCOPRI: Unghie gialle, i rimedi naturali

Acqua ossigenata a 130 volumi

Per prima cosa occorre sapere che l’utilizzo  dell’ acqua ossigenata a 130 volumi e vincolato a  tutte le precauzioni del caso  per evitare il contatto con la pelle e con gli occhi: a questa concentrazione, infatti,  è altamente corrosiva, favorisce la combustione, provoca ustioni,  e quindi molto pericolosa.

Date queste premesse, è facile intuire che questa sostanza, impiegata principalmente per sbiancare il legno, contrastare la muffa e rimuovere le incrostazioni più ostinate da sanitari e lavelli, si trova quasi esclusivamente nei negozi dedicati al fai-da-te, bricolage e hobbistica ed in ferramenta. Il costo è abbastanza elevato: mezzo litro può arrivare a costare anche 7 euro.

Forse ti potrà interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *