Percorso Kneipp: che cos’è e che benefici può portare

by Maura Lugano on 29 giugno 2016

Percorso Kneipp: scopriamo le caratteristiche di questo trattamento basato sull’uso dell’acqua, una delle cure termali più diffuse nei centri benessere e spa in Italia e non solo.

Percorso Kneipp, ne avrete sentito parlare, ma che cosa è di preciso? Esistono metodi naturali per prendersi cura di sé e del proprio benessere, uno di questi si basa sull’uso dell’acqua ed è un insieme di trattamenti chiamati  “percorso Kneipp”. Li trovate presso la maggioranza dei centri termali italiani.

Percorso Kneipp: la storia

Il percorso Kneipp prende il nome dall’abate tedesco Sebastian Kneipp che, ormai quasi duecento anni fa, ideò questo metodo. Kneipp, dopo essersi ammalato di tbc, scoprì le virtù guaritrici dell’acqua fresca leggendo un libro (“Lezione sulla forza guaritrice dell’acqua fresca” di Johann Siegmund Hahn).

Ispirato dal libro di Hahn, decise di sperimentare su se stesso i suoi consigli. Kneipp cominciò ad immergersi ogni giorno nelle acque fredde del Danubio. Lo faceva per pochi istanti,  si rivestiva e correva subito a casa per contrastare il raffreddamento.

Nel giro di sei mesi, i quotidiani bagni freddi nel fiume lo guarirono. Un risultato sorprendente, dopo che altri trattamenti del tempo non erano stati in grado di a curare la sua tubercolosi.

Sebastian Kneipp sperimentò in seguito l‘alternare del contatto del corpo con acqua fredda, tiepida e calda e accertò benefici alla circolazione sanguigna.

percorso kneipp

Il percorso kneipp è un trattamento offerto da un numero sempre crescente di spa e centri benessere

Percorso Kneipp: funzionamento e benefici

Oggi il percorso Kneipp si pratica passando attraverso vasche che erogano acqua a temperature diverse. Sul fondo di queste vasche sono collocati dei sassi di fiume per un naturale massaggio plantare e degli speciali ugelli erogano l’acqua ad una pressione che aiuta l’ossigenazione degli arti inferiori.

percorso kneipp

L’inventore del percorso Kneipp, l’abate Sebastian Kneipp

Il corpo non viene immerso completamente ma sono immerse solo le gambe fino al polpaccio. Il risultato finale è il miglioramento della circolazione. Quindi  una migliore irrorazione degli organi, dell’epidermide, dei centri nervosi, e la stimolazione e il rafforzamento del sistema immunitario.

Questi benefici si estendono a tutto l’organismo e alla mente con un risultato di totale benessere naturale.

L’abate Kneipp seguiva i suoi pazienti con altre pratiche naturali: piante officinali per la fitoterapia, movimento del corpo per la kinesiterapia, alimentazione corretta e stile di vita ordinato.

Oggi i tanti centri termali hanno arricchito i percorsi Kneipp con bendaggi, impacchi, docce, ma sempre facendo riferimento alle regole di base dell‘abate tedesco.

Che ne dite, siete interessati a provare i benefici del percorso Kneipp alla prima occasione?

Articoli correlati:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *

{ 1 trackback }