Previsioni climatiche, da 15 anni mai così accurate

di Erika Facciolla del 23 agosto 2013

Precise, puntuali e affidabili: le previsioni climatiche basate sull’aumento delle temperature e il surriscaldamento globale sono le più accurate degli ultimi 15 anni e i cambiamenti climatici annunciati dagli esperti si sono puntualmente palesati, nonostante lo scetticismo diffuso.

Recenti studi scientifici dimostrano infatti che la precisione dei modelli climatici è stata particolarmente evidente negli ultimi anni e che climatologi e meteorologi non hanno per nulla esagerato nelle loro analisi, al contrario di chi – troppo facilmente – li aveva accusati di generare ‘allarmismi’ ingiustificati.

La notizia, ripresa da uno studio pubblicato dall’autorevole rivista scientifica ‘Nature Geoscience’ e diffusa dal ‘The Guardian’, si basa sulle previsioni climatiche e i dati raccolti dagli anni Novanta ad oggi confrontati con le temperature reali osservate registrate in questi anni.

SPECIALE: Combattere il surriscaldamento della Terra e le emergenze umanitarie allo stesso tempo

Il risultato è che gli scienziati hanno previsto in maniera nettamente più precisa il riscaldamento dell’atmosfera avvenuto negli ultimi dieci anni rispetto a quello del decennio precedente.

In particolare, il modello di studio sperimentato da un team di esperti dell’università inglese di Oxford aveva predetto che nel dicembre 2012 si sarebbe chiuso un decennio più caldo di un quarto di grado rispetto a quello concluso nell’agosto del 1996: una proiezione che si è rivelata quasi esattamente corretta.

FOCUS: Le mappe del riscaldamento globale che preoccupano l’Europa

Tutto quello che gli esperti avevano ipotizzato nel 1990, in buona sostanza, si è rivelato attendibile: i primi anni a cavallo del nuovo millennio sono stati leggermente più caldi rispetto del previsto, mentre dal 2002 in poi le temperature si sono attestate esattamente sui livelli annunciati con variazioni di pochi centesimi di grado… altro che allarmismi infondati!

Probabilmente avremmo preferito che gli scienziati avessero torto e assistere a mutamenti climatici meno drastici di quelli tuttora in corso, ma l’attendibilità delle informazioni potrebbe rappresentare uno strumento fondamentale per prendere le giuste contromisure e cercare di arrestare questo trend distruttivo. Siamo avvisati…

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *