Riapre il Museo di Van Gogh ed è tutto eco-friendly

di Erika Facciolla del 2 giugno 2013

C’era fibrillazione e grande attesa per la riapertura di uno dei più importanti musei del Mondo, ma alcuni mesi di ristrutturazioni il Van Gogh Museum è stato ufficialmente riconsegnato alla città di Amsterdam per la gioia dell’oltre milione e mezzo di visitatori che ogni anno accorrono da ogni parte del pianeta per ammirare le creazioni dell’artista olandese più famoso di tutti i tempi.

Una riapertura in grande stile, visto che il museo è stato completamente rinnovato secondo i più alti standard di efficienza energetica e con una mostra celebrativa che ha reso omaggio alla memoria di Vincent Van Gogh a 160 anni dalla sua nascita.

SPECIALE: Quali sono i musei green?

I lavori sono iniziati ufficialmente nel 2010 per rendere la struttura più sicura e potenziare l’impianto antincendio: i lavori inizialmente non hanno comportato la chiusura, nemmeno temporanea, del museo, che ha potuto continuare ad accogliere appassionati da ogni angolo del globo fino al 2012, anno in cui il museo è stato chiuso per sei mesi.

Al contempo, l’edificio è stato dotato di un sistema di condizionamento interno all’avanguardia in grado di regolare mantenere costante la temperatura in ogni ambiente.

Per raggiungere tale obiettivo, sono state scavate delle celle a 160 metri di profondità che fungono da vere e proprie ‘camere d’aria’.

Museo Van Gogh

Un’immagine del museo da fuori

Durante l’estate, raccolgono e trattengono il calore al loro interno, mentre in inverno il tepore viene rilasciato gradualmente e trattenuto all’interno del complesso grazie anche ad una nuovissima copertura isolante che si estende per 1500 metri quadri di superficie e composta da 199 nuove cupolette.

E DA NOI? Scopriamo il MUSE, il museo delle Scienze di Trento, un edificio sostenibile per rilanciare il lungofiume

Grazie a questi interventi (a cui seguiranno ulteriori lavori di miglioramento dell’edificio esterno), il complesso architettonico progettato da Gerrit Rietveld nel 1973 si appresta a diventare uno degli edifici museali più ecologici e sostenibili del mondo intero.

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *