Una nuova alternativa alle batterie tradizionali: batterie al metanolo?

di Sara Tagliente del 10 novembre 2012

Una valida alternativa futura alle tradizionali –e inquinanti- batterie potrebbero presto diventare le celle combustibili a metanolo diretto. Non solo più efficienti ma in grado anche di caricare un auto elettrica come un pc portatile.

L’innovazione è ‘firmata’ Università della California in collaborazione con la Nasa. A spiegare come funzioneranno ci pensa la casa produttrice, la Direct Methanol Fuel Cell Corporation, la quale per il momento si occupa di cartucce usa e getta prodotte proprio con il metanolo.

VAI A: Dal Giappone arriva una super batteria allo zucchero!

Ma l’intenzione è quella di rivolgersi a tutto il mercato dei dispositivi a batterie, compreso quello dei cellulari e portatili.

In sostanza il metanolo liquido si “trasforma” in elettricità  sostanzialmente grazie al fatto che all’interno della cella avvengono  processi complessi di elettrolisi e reazioni elettrochimiche.

Silenziose e efficienti, queste batterie offrirebbero un tempo di funzionamento molto più lungo di quelle tradizionali: fornirebbero infatti energia elettrica continuamente fino a che idrogeno e ossigeno alimentano la cella a combustibile e successivamente possono essere ricaricate con cartucce al metanolo.

VAI A: Come conservare energia grazie al sale

Il metanolo quindi potrebbe cambiare le nostre abitudini?

A quanto pare sì, ed in senso migliorativo, vi aggiorneremo sulle evoluzione di questo progetto di ricerca e sviluppo.

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *