Cibo sano per bambini: una scuola umbra ci prova

di Luca Vivan del 29 aprile 2015

Volete qualche esempio di cibo sano per bambini? Oggi ci spostiamo in Umbria per un interessante esempio che viene da una scuola di Todi.

L’educazione è alla base del cambiamento. C’è chi sostiene, come il Dalai Lama, che se a tutti i bambini fosse insegnata la meditazione, che non è una pratica per forza religiosa ma la capacità di restare in silenzio e osservare i propri pensieri e le proprie emozioni, si potrebbe eliminare la violenza nel mondo nel giro di una generazione.

Un progetto ambizioso, sicuramente, ma se intanto partissimo con insegnare ai nostri bambini come mangiare meglio?

LI CONOSCI? Orti didattici, come sono e come si fanno

Cibo sano per i bambini: un esempio concreto

Ci prova un istituto agrario a Todi, in Umbria, con il progetto “Alle sorgenti del cibo e la salute” che ha coinvolto tre classi dell’infanzia, circa 80 bambini. Per tre volte a settimana, da ottobre dello scorso anno scolastico fino alla fine delle lezioni, saranno distribuite colazioni a km0, provenienti quindi dalle aziende agricole locali, con prodotti biologici e comunque di stagione.

Si tratta di merende “semplici”: pane, olio, yogurt di giornata, frutta fresca e miele, con dosaggi individuati da un nutrizionista e secondo una dieta approvata dagli stessi bambini.

L’importanza di coinvolgere anche i genitori

Non si tratta solo di dare del cibo sano ai bambini, ma anche di coinvolgere i genitori e il personale della scuola in un percorso più ampio, di laboratori e seminari, per illustrare le virtù di un’alimentazione che segue i principi naturali e per far conoscere da dove viene il cibo, coinvolgendo le stesse realtà produttrici, in una vera e propria educazione ambientale.

Una volta concluso il progetto, verrà stilato un vademecum per la cultura della salute alimentare nelle scuole che sarà poi distribuito in tutti gli istituti dell’Umbria.

LEGGI ANCHE: Alimenti biologici: Italia in crescita

Un progetto che può essere applicato in qualsiasi regione di Italia, data la numerosa presenza di coltivatori diretti e biologici e degli sforzi sempre più consistenti di varie associazioni per promuovere una corretta alimentazione tra bambini e adulti.

Cibo sano per bambini

Cibo sano per bambini: un bel esempio anche a scuola

La ricaduta dell’iniziativa

Le implicazioni di simili iniziative, in apparenza gocce d’acqua nel mare dell’inconsapevolezza, sono notevoli. Schematicamente, si aiuta:

  • ad educare i più giovani a nutrirsi con prodotti di stagione e del proprio territorio, evitando il ricorso a merendine manipolate con additivi e altre sostanze di sintesi,
  • coinvolgere genitori ed insegnanti in un processo di crescita e sensibilizzazione riguardo al cibo e la sua produzione,
  • favorire relazioni tra scuole e realtà produttive locali, incentivare l’economia locale che abbraccia valori di rispetto e tutela dell’ambiente,
  • diminuire l’impatto ambientale delle mense e di attività simili.
cibo sano per bambini

Cibo sano, possibilmente a km0: una filosofia che ha varie ricadute positive, che vanno oltre l’alimentazione dei ragazzi

Insomma, esistono ricadute positive su tutto il tessuto produttivo e sociale, nonché sull’ambiente. Vi pare poco?

Eccovi i nostri consigli per un sano stile di vita dei vostri bambini, con particolare riguardo all’alimentazione:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment