Mamma e bambino

Ricette e trucchi per far mangiare frutta e verdura ai bambini

Alcuni stratagemmi infallibili per fare il pieno di frutta e verdura in famiglia

Molte mamme e papà sanno bene quanto può essere difficile far mangiare le giuste porzioni giornaliere di frutta e verdura di stagione ai bambini. Vogliamo pertanto offrirvi alcune semplici indicazioni e trucchi per rendere il mangiare ‘verde’ più appetibile agli occhi dei piccoli.

Ricette e trucchi per far mangiare frutta e verdura ai bambini

Prima cosa: dare il buon esempio

Innanzitutto, occorre fare delle considerazioni apparentemente scontate: per poter convincere il vostro bambino a seguire una sana alimentazione è necessario che voi genitori siate i primi a dare il buon esempio.

E’ davvero importante che noi stessi consumiamo tanta frutta e verdura in modo da costituire un buon esempio agli occhi dei pargoli: prima o poi si renderanno conto che sono buone e piacevoli da mangiare.

L’esempio è fondamentale sotto ogni punto di vista nell’educazione del bambino. Logico che le buone abitudini alimentari non possano farne a meno.

No alle solite merendine

Sulla stessa scia si pone anche il consiglio di evitare l’acquisto di troppe merendine o prodotti confezionati scegliendo il momento dello spuntino come occasione utile per offrire snack salutari a base di frutta e verdura.

L’importanza della varietà

Per interessare i più piccoli al mondo alimentare vegetale, inoltre, può essere utile consentire loro di esplorare e scoprire le varietà di cibi ‘verdi’ disponibili e le possibili varianti di cottura. A questo proposito si può anche scegliere di offrire questi alimenti insieme a quelli più amati dai piccoli: se il vostro bambini ama la pasta, provare a cucinarla insieme a broccoli o piselli, ad esempio.

Anche la varietà aiuta a combattere la noia. Invece del solito pomodoro o delle patate, provate a proporre varietà differenti, insolite e a cucinarle in maniera diversa, magari aiutandovi con delle spezie, per renderle più saporite, e diminuire quindi il sale. Ad esempio, zucchine e carotine alla curcuma, diventano gialle e sono molto più saporite.

SPECIALE: Come cucinare i legumi ai bambini

Estratti, centrifugati e frullati di frutta e verdura

Un sistema infallibile è questo: il bambino non vuole mangiare la frutta e la verdura? Noi gli proponiamo di berla: difficilmente un bambino dirà di no di fronte a una bibita fresca e saporita.

Gli estratti, i centrifugati o i frullati possono costituire un’ottima modalità per far assumere tutti i nutrienti della frutta e della verdura senza troppe proteste. Al contrario, esistono infinite combinazioni che risulteranno appetitose anche ai bambini.

Se volete qualche esempio, provate a dare un’occhiata a questi smoothie e frullati alla frutta estiva, come per esempio questi squisiti smoothie alla pesca. Se poi non siamo in estate, niente paura! Anche nelle altre stagioni possiamo preparare smoothie fantastici: scoprite questi smoothie alla frutta e verdura invernale per ricredervi.

Nei casi più difficili, di bambini che proprio non ne vogliono sapere di mangiare frutta e verdura servita in tavola, servire loro una bella bibita di frutta e verdure fresco, dunque, aiuta a risolvere il problema.

E se volete conservare al meglio le proprietà nutritive di frutta e verdura, l’ideale è usare l’estrattore di succo, che funziona a bassi giri, separando il succo dalla polpa e dalle fibre dei prodotti alimentari. In questo modo, consente di ottenere un succo fresco, ricco di nutrienti e dalle proprietà nutritive inalterate (questa è la ragione per cui si dice che l’estrattore ci consente di ottenere un succo di frutta migliore).

Anche l’occhio vuole la sua parte

Pure le modalità di presentazione, ovviamente, possono far la differenza. Provate allora a servire la frutta realizzando delle forme geometriche o di animali e giocate con i colori in modo che i vostri figli possano esserne attratti. I più bravi sono addirittura in grado di ricreare personaggi di fumetti o cartoni animati.

Vediamo un paio di esempi di persone che hanno elevato ad arte la presentazione di cibo per i bambini.

Funky lunch: un libro far mangiare frutta e verdura ai bambini

Il web designer inglese Mark Northeast ha raccolto in un libro di ricette illustrato, Funky Lunch, e successivamente in un sito dedicato, le sue creazioni, dando vita a un vero e proprio business. Oggi vende kit e consulenze per imparare a fare vari personaggi, pensati per scuole e famiglie, basati su verdure e cibi sani proposti in divertenti foto che divertono sia i bambini che gli adulti.

Tra le idee più bizzarre ci sono coccodrilli e pianoforti a coda, oltre a pomodori e cetrioli tramutati in irresistibili dischi voltanti.

Il primo libro, “Funky Lunch” è stato lanciato nel 2009 e Mark Northeast ha ricevuto mail da genitori entusiasti di tutto il mondo che raccontavano di aver coinvolto i figli anche nella creazione dei panini.

come fare mangiare frutta e verdura ai bambini
Frutta e verdura possono essere… divertenti! Forme geometriche o di personaggi amati ai bambini, non c’è limite alla fantasia! In alcuni casi, si finisce addirittura col coinvolgerli nella preparazione.

Dopo il primo volume, dedicato al pranzo, è ora la volta delle feste: Funky Party è nato sempre per incoraggiare i bambini a mangiare in modo sano anche per gli anniversari e le festicciole, trionfo della patatina e della coca-cola. Una delle ricette include crema di broccoli e salsicce, poste in un vasetto come se fossero vermetti in giardino. Perché non provare?

Ecco anche dove è possibile acquistare online:

Funky Lunch
Prezzo: 3,89 €
Risparmi: 6,31 € (62%)
compra su amazon
Prezzi aggiornati il 27-05-2024 alle 9:29 PM.

Il caso paradigmatico di Samantha Lee

Per chi non la conoscesse, Samantha vive in Malaysia, ma è diventata una vera e propria star internazionale della reta grazie alla propria abilità compositiva.

Nel momento in cui scriviamo, conta quasi 600mila follower su Instagram: la sua specialità è creare delle vere e proprie opere d’arte nei piatti per invogliare i figli a mangiare.

Ma com’è nata la sua storia? Mentre era attesa della sua seconda figlia, questa mamma creativa ha iniziato a sperimentare capolavori realizzati col cibo con lo scopo di rendere la sua primogenita gradualmente autonoma nell’alimentazione. Beh, diremmo che i risultati non sono niente male…

Hang in there 🐼! #leesamantha #foodart

A post shared by Samantha Lee (@leesamantha) on

I consigli finali

Ricordate sempre: se i piccoli hanno voglia di un fuori-pasto o chiedono un pre-cena, non offrire le solite merendine o i biscotti ultra-dolci che consiglia anche la pubblicità, ma proporre frutta a pezzi e verdura in pinzimonio magari accompagnata da una salsina appetitosa come dip.

E per ultimo, scegliere ricette di pietanze che gli piacciono ma in cui sia possibile introdurre della verdura come ulteriore ingrediente. Ad esempio le frittelle, ma alle zucchine. Ok i muffin, ma ai mirtilli o altra frutta, come questa ricetta dei muffin ai frutti di bosco!

E buona fortuna!

Approfondimenti consigliati

Ti potrebbero interessare anche questi articoli su argomenti correlati:

Rossella Vignoli

Fondatrice e responsabile editoriale, è esperta di bioedilizia, design sostenibile e sistemi di efficienza energetica, essendo un architetto e da sempre interessata al tema della sostenibilità. Pratica con passione Hatha yoga, ed ha approfondito vari aspetti dello yoga. Inoltre, è appassionata di medicina dolce e terapie alternative. Dopo la nascita dei figli ha sentito l’esigenza di un sito come tuttogreen.it per dare delle risposte alla domanda “Che mondo stiamo lasciando ai nostri figli?”. Si occupa anche del sito in francese toutvert.fr, e di designandmore.it, un magazine di stile e design internazionale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio