Tanti giochi in legno, idee ecologiche da regalare ai bambini

di Giovanna Fiolo del 10 Settembre 2019

giochi in legno sono scomparsi per diverso tempo, soppiantati da quelli di plastica, eppure da qualche anno sono tornati alla ribalta. Quali sono le ragioni del loro successo? Perché sono da preferire per i bambini?

Tanti giochi in legno, idee ecologiche da regalare ai bambini

I giochi in legno sono i più adatti per i bambini, disponibili in diversi formati e per ogni occasione: dai giocattoli educativi a quelli all’aperto o da tavolo, sono riciclabili e sicuri, e non trascurano il design.

Perché scegliere dei giochi in legno?

Perché sono rassicuranti, prima di tutto per i genitori. Il loro successo è dovuto principalmente ai genitori, poiché sono i primi ad essere sedotti da questi giocattoli e li comprano per i loro figli.

In un momento in cui tutto ciò che è di plastica è visto come qualcosa di seriale, la necessità di tornare alle radici, a qualcosa di bello e fatto bene è importante. C’è dunque questa dimensione nostalgica.

Ma le ragioni per preferire sempre questi giochi sono molteplici. Un giocattolo di legno è:

  • solido, bello, ben fatto, sinonimo di artigianalità.
  • durevole, robusto e invecchia bene.
  • sicuro, non contiene sostanze tossiche.
  • ecologico, riciclabile e anche di recupero.

Il legno infatti è un materiale caldo, che profuma, è vivo ed ecologico.

La possibilità di trasmettere i giocattoli

Questi giocattoli normalmente durano molto più a lungo di quelli in plastica. Si possono lasciare ai figli e ai nipoti. Questa possibilità di trasmettere i giocattoli di generazione in generazione non toglie nulla al loro fascino.

Qualità invece che quantità

Sono oggetti di qualità, ed il loro prezzo è generalmente superiore a quello dei giocattoli di plastica o in altri materiali.

Invitano così a privilegiare la qualità rispetto alla quantità. Quindi, se volete investire in un giocattolo di legno, scegliete un bel pezzo, dalla fattura accurata, che potrà durare nel tempo, e non tanti di bassa qualità, che si romperanno subito.

giochi in legno

Un gioco per ogni esigenza

Trenino, set per cucinare, costruzioni… Sempre più marchi propongono giochi in legno. C’è una vasta scelta, tutti dal design accurato e dai colori sgargianti o naturali.

Scopriamoli meglio!

Giochi in legno per bambini

Esistono versioni in legno di quasi tutti i giochi che sono nati in altri materiali, dal meccano al teatrino, dal kit per cucinare al mini-negozio. Ci sono anche gli accessori per arredare una casetta delle bambole o per vestire e curare il peluche preferito.

Poi sono previste anche versioni in legno dei più classici giochi da tavolo, dagli scacchi al backgammon, dal domino al gioco dell’oca. Ci sono giochi anche per i più piccini: sonagli, forme per costruire…

Un piccolo classico è il kit da meccanico, allora perché non averne uno tutto in legno? Come questo di Nuheby, in cui trovare una cassetta con piccoli attrezzi da lavoro. Adatto a tutti i bimbi, maschi e femmine, dai 3 anni in su.

Oppure questo tavolo da lavoro della storica azienda italiana di giochi in legno Sevi:

Giochi in legno da costruire

Esistono dei puzzle in 3D in cui sagome di legno tagliate al laser, quindi molto rpecise, si devono ioncastrare per realizzare un oggetto, che può anche muoversi, come un dinosauro, un orologio, un aereo… Sono l’evoluzione del meccano di una volta, i cui pezzi sono realizzati in multistrato di betulla. Può integrare anche un piccolo meccanismo per il movimento, che renderà la creazione ancora più realistica. Ad esempio questo orologio funzionante di Robotime, adatti a ragazzi dai 12 anni su.

Per le bambine che amano i bijoux non può mancare un piccolo passatempo per creare braccialetti e collane con perle in legno colorato e fettucce in cuoio. Questo di Melissa & Doug abbina farfalle luccicanti a piccole perline in legno multicolor ad un prezzo smart.

Un altro gioco in legno che copia la versione elettronica ma permette di costruire figure sempre diverse è questo di Coogam, una versione ‘Tetris‘ in legno da 40 pezzi che è anche un rompicapo:  perfetto per stimolare l’intelligenza del pargolo.

Giochi da giardino in legno

Partiamo da un classico dei giorchi da gardino, basterà un albero con rami abbastanza grossi da sorreggere il peso dell’altalena. Questa di Pellor ha una seduta di legno con corda regolabile.

All’aperto si possono fare tanti giochi che richiedono agilità, equilibrio e coordinazione. Se si ha la fortuna di avere un bel giardino perché non metterci una struttura con per arrampicarsi? Questo di Wickey è una specie di parco giochi in legno compelto di torre d’arrampicata che il sogno di ogni bambino. 

Per i piccoli che cominciano a incuriosirsi alle bici, ma non sanno ancora andarci, può aiutare ad acquisire il senso dell’equilibrio questa bicicletta senza pedali. Ce ne sono di tanti tipi e modelli. Noi vi proponimao questa di legno di faggio di Janod- Little Bikloon. Un gioco, ma anche un trucco intelligente che eviterà al bimbo di passare dalla fase delle rotelle per apprendere ad andare in bici.

E la tenda degli indiani è un bellissimo gioco per far finta di essere un altro e sognare un’altra vita nascosti dentro. Questo tepee indiano è a righe, di Moritz & Moritz.

Giochi in legno fai da te

Il sogno di ogni maschietto tra i 4 e 10 anni – oltre il calcio ovviamente – sono probabilmente il trenino e le automobiline. Allora perché non unirsi, padri, nonne, zii e genitori e in occasione di una festa importante o un traguardo raggiunto premiare il bambino con questo fantastico set Kidkraft completo di tavolo, in cui creare la propria città fantastica completa di montagna con cascata e incroci stradali? 

Giochi in legno di una volta

Alzi la mano chi non ha giocato a biglie da piccolo. Certamente uno dei giochi più conosciuti, che si può improvvisare in qualunque luogo e con qualunque superficie, basterà avere alcune biglie. Ma siamo in casa, ecco che una scatola con piste in legno permette di prolungare il divertimento anche nei giorni di brutto tempo, dando sfogo alla fantasia. Questo di Roba è costtuito da 100 pezzi, ha degli effetti sonori grazie a campanelle e un piccolo xilofono, e include con delle biglie in vetro. Adatto dai 3 anni è realizzato in legno con colori atossici e certificato EHP.

E le bambine? Il sempreverde dell’infanzia al femminile è la casa delle bambole. Ce ne sono infinite versioni. Una più bella dell’altra. Perché però non unire l’aspetto creativo alla tradizione del legno con questa casetta tutta in legno completa di mobili e accessori, di Pebaro, che aspetta solo di essere colorata?

Per chi non se la sente di partire con il fai da te, c’è sempre l’opzione già pronta, come questa di Howa, con un set di mobili in legno, è alta quasi 120 cm.

Anche i cubi in legno sono sempre stati un ‘pilastro’ dell’educazione infantile, eccone una versione supercolorata con i numeri per imparare a riconoscerli di Goula.

E infine, il castello medievale, dove inscenare battaglie all’ultimo sangue tra draghi cattivi, cavalieri coraggiosi e pericolosi nemici, è possibile assemblarlo e colorarlo da soli, ed è in legno multistrato, ma può essere completato da soldatini e macchine da guerra.

Giochi in legno tedeschi

I costruttori di giocattoli tedeschi sono sempre stati sinonimo di serietà, sicurezza e ottimi materiali. Per questo prima di dare in mano ad un bambino piccolo un oggetto in cui le parti potrebbero staccarsi ed essere ingerite, o la vernice rivelarsi tossica, o peggio ancora essere pericoloso, è bene conoscere il produttore.

La tradizione di giocattoli in legno poi è proprio nordica e in Germania esiste una lunga storia di aziende che producono oggetti ludici in varie essenze, per lo più faggio, fin degli anni’80. Anche oggi la Germania è la nazione dove si producono più giochi in Europa e, guardacaso, è tedesco il premio creato per il giocattolo dell’anno, lo Spiel des Jahres.

Allora scopriamo le più conosciute e cosa possono proporre.

Iniziamo dal più conosciuto, il Kaplà, che nasce da un’intuizione tanto elementare quanto geniale: tante tessere rettangolari in abete, tutte uguali, dalle dimensioni e spessore adatti a costruire qualunque cosa salti in mente al bambino. Si parte dalla scatola da 100 pezzi, completa di un manuale per ispirarsi, ma si può dare spazio alla fantasia. Unico consiglio, meglio prevedere di acquistare una con tanti pezzi (disponibile da 290 pezzi) o più scatole. Perché con questo gioco più tessere si hanno, meglio sarà!

Altra azienda di tradizione è la Eichhorn che commercializza il famoso secchiello con mattoncini di legno colorati per creare costruzioni di tutti i tipi. Adatto fin dai 2 anni, è uno dei tanti evergreen dei più piccoli, che troviamo in varie versioni e forme.

Per chi vuole qualcosa di più educativo anche sul lato alimentare, e più moderno, ecco tanti kit di cibo e accessori per preparare da mangiare di Hape, azienda tedesca che certifica secondo gli astandard più severi i suoi prodotti, EN71 e ASTM e realizza tutti i giocattoli con legni FSC. Ad esempio questi due set di prima colazione con alimenti salutari:

Anche la Janod produce le mitiche macchinine con tutti gli accessori e i luoghi in cui ‘animarle’: stazioni di servizio, parcheggi, garage, autolavaggio, con omini e altri particolari tutti in solido legno certificato FSC, di fattura accurata e tinte con colori atossici.

Infine, non possono mancare i trenini della Brio, con ambientazioni di tutti i tipi, complete di accessori, ponti, strade e scambi.

Giochi in legno Ikea

C’è un bel gioco per stimolare la mobilità dei bimbi piccoli. Si chiama MULA ed è un filo per far passare delle palline in legno che costa 13 €.

Poi ci sono gli intramontabili trenini LILLABO, ad esempio il set da 20 pezzi 9,95  € e FLISAT, un contenitore con rotelle per ordinare i giocattoli, da 30 €.

Ecco un’intramontabile, il cavallino a dondolo rosso, EKORRE a 30 .

Sicurezza e controindicazioni

Un gioco in legno meno tossico di uno in plastica o metallo, perché non prevede l’uso di sostanze chimiche pericolose. L’aspetto pericoloso è legato all’uso di collanti e vernici. Spesso però questi oggetti non sono colorati, ma lasciati al naturale.

Non vi sarà pericolo di tracce di piombo, né che contengano gli ftalati, vietati dall’Unione europea fin dal 1999 perché tossici per i bambini.

Non hanno componenti elettronici pericolose né elementi infiammabili. Inoltre non contengono allergenici bromurati. Bisogna però stare attenti che le differenti parti non siano incollate con sostanze a base di formaldeide.

Certificazioni

Bisogna scegliere sempre degli oggetti controllando l’età indicata come più adatta, per non mettere in pericolo il bambino. Però è opportuno controllare che sia  conforme alle normative europee: basta cercare il marchio CE (conformità europea) sul giocattolo e sulla sua confezione.

Questo marchio indica che è conforme alle norme vigenti in materia di giocattoli ed è sicuro per i bambini.

Riciclabilità e sostenibilità

Questi giochi possono nascere anche dal riciclo di altri oggetti di legno, quindi sono meno impattanti sull’ambiente. Possono essere prodotti da legno proveniente da foreste con certificazione ambientale e legno marchiato FSC.

Articoli correlati:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment