Tanti giochi in legno, idee ecologiche da regalare ai bambini

di Giovanna Fiolo del 1 settembre 2015

giochi in legno sono scomparsi per diverso tempo, soppiantati da quelli di plastica, eppure da qualche anno sono tornati alla ribalta. Quali sono le ragioni del loro successo? Perché sono da preferire per i bambini?

Tanti giochi in legno, idee ecologiche da regalare ai bambini

I giochi in legno sono i più adatti per i bambini, disponibili in diversi formati e per ogni occasione: dai giocattoli educativi a quelli all’aperto o da tavolo, sono riciclabili e sicuri, e non trascurano il design.

Perché scegliere dei giochi in legno?

Perché sono rassicuranti, prima di tutto per i genitori. Il loro successo è dovuto principalmente ai genitori, poiché sono i primi ad essere sedotti da questi giocattoli e li comprano per i loro figli.

In un momento in cui tutto ciò che è di plastica è visto come qualcosa di seriale, la necessità di tornare alle radici, a qualcosa di bello e fatto bene è importante. C’è dunque questa dimensione nostalgica.

Ma le ragioni per preferire sempre questi giochi sono molteplici. Un giocattolo di legno:

  • è solido, bello, ben fatto, sinonimo di artigianalità.
  • è durevole, robusto e invecchia bene.
  • è sicuro, non contiene sostanze tossiche.
  • è ecologico, riciclabile e anche di recupero.

Il legno infatti è un materiale caldo, che profuma, è vivo ed ecologico.

La possibilità di trasmettere i giocattoli

Questi giocattoli normalmente durano molto più a lungo di quelli in plastica. Si possono lasciare ai figli e ai nipoti. Questa possibilità di trasmettere i giocattoli di generazione in generazione non toglie nulla al loro fascino.

Qualità invece che quantità

Sono oggetti di qualità, ed il loro prezzo è generalmente superiore a quello dei giocattoli di plastica o in altri materiali. Invitano così a privilegiare la qualità rispetto alla quantità. Quindi, se volete investire in un giocattolo di legno, scegliete un bel pezzo, dalla fattura accurata, che potrà durare nel tempo, e non tanti di bassa qualità, che si romperanno subito.

giochi in legno

Un gioco per ogni esigenza

Trenino, set per cucinare, costruzioni… Sempre più marchi propongono giochi in legno. C’è una vasta scelta, tutti dal design accurato e dai colori sgargianti o naturali.

Esistono versioni in legno di quasi tutti i giochi in altri materiali, dal meccano al teatrino, dal kit per cucinare al mini-negozio. Ci sono anche gli accessori per arredare una casetta delle bambole o per vestire e curare il peluche preferito.

Poi sono previste anche versioni in legno dei più classici giochi da tavolo, dagli scacchi al backgammon, dal domino al gioco dell’oca. Ci sono giochi anche per i più piccini: sonagli, forme per costruire…

Sicurezza e controindicazioni

Un gioco in legno meno tossico di uno in plastica o metallo, perché non prevede l’uso di sostanze chimiche pericolose. L’aspetto pericoloso è legato all’uso di collanti e vernici. Spesso però questi oggetti non sono colorati, ma lasciati al naturale.

Non vi sarà pericolo di tracce di piombo, né che contengano gli ftalati, vietati dall’Unione europea fin dal 1999 perché tossici per i bambini.

Non hanno componenti elettronici pericolose né elementi infiammabili. Inoltre non contengono allergenici bromurati. Bisogna però stare attenti che le differenti parti non siano incollate con sostanze a base di formaldeide.

Certificazioni

Bisogna scegliere sempre degli oggetti controllando l’età indicata come più adatta, per non mettere in pericolo il bambino. Però è opportuno controllare che sia  conforme alle normative europee: basta cercare il marchio CE (conformità europea) sul giocattolo e sulla sua confezione.

Questo marchio indica che è conforme alle norme vigenti in materia di giocattoli ed è sicuro per i bambini.

Riciclabilità e sostenibilità

Questi giochi possono nascere anche dal riciclo di altri oggetti di legno, quindi sono meno impattanti sull’ambiente. Possono essere prodotti da legno proveniente da foreste con certificazione FSC.

Articoli correlati:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment