Detergente intimo fai da te: 4 ricette da provare

di Maura Lugano del 2 agosto 2016

Detergente intimo: l’igiene delle parti intime è importante per prevenire la formazione di colonie batteriche ed eliminare cattivi odori, per la donna soprattutto.

Detergente intimo fai da te: 4 ricette da provare

Il problema si pone con particolare delicatezza in considerazione dei flussi mestruali che richiedono un’igiene intima più attenta.

Molti detergenti intimi che sono in commercio sono prevalentemente a base di sostanze chimiche che possono provocare irritazione e allergie.

Eccoci, quindi alla ricerca di alternative più naturali anche per l’igiene intima, poiché minori sono le sostanze chimiche che vengono a contatto con la zona intima, minori sono i rischi di irritazioni.

Leggi anche: Sapone fatto in casa: come fare il sapone all’olio d’oliva

Detergente intimo fai da te: i nostri consigli

Va subito detto che è bene evitare l’uso di prodotti antibatterici specifici che distruggono la microflora.

Altrettanto va fatto per i deodoranti specifici per la zona intima, contrariamente a quanto “spinge” la pubblicità che punta alla sicurezza e alla pulizia ‘perfetta’.
Inoltre la biancheria intima in cotone naturale è sempre da preferire a quella sintetica.  Da limitare allo stretto necessario anche l’uso dei salvaslip.

Detergente intimo fai da te: 4 ricette da provare

Un metodo naturale e casalingo molto semplice da realizzare per farsi degli sciacqui è utilizzare aceto bianco (aceto derivato dal vino bianco) e acqua tiepida.

  • Basta mescolare 1 cucchiaio di aceto in 1 tazza di acqua e utilizzarlo direttamente, senza diluirlo nell’acqua del bidet.

Prima di farne uso è opportuno fare una piccola prova di tolleranza:

  • se lavare la zona interessata con questo tipo di lavanda da immediato senso di bruciore, è opportuno diminuire la quantità di aceto
  • se, però, l’effetto persiste anche dopo aver ridotto la dose, allora è opportuno evitare del tutto l’utilizzo.
  • Nel caso in cui non si manifestassero intolleranze, tuttavia è meglio non usare questo tipo di soluzione più di 2/3 volte a settimana.
detergente intimo

Detergente intimo fai da te

Un’alternativa sempre basata su ingredienti economici che sicuramente abbiamo in casa, prevede l’uso di acqua ossigenata ed acqua del rubinetto.

Bastano:

  • 200 ml di acqua ossigenata
  • 600 ml di acqua

Preparazione.

  • Per farsi uno sciacquo igienizzante muscelate in una bacinella l’acqua conl’acqua ossigenata e procedete alla lavanda.
  • Raccomandato nel caso in cui, oltre a igienizzare, si debba eliminare il cattivo odore.

Chi possiede la pianta dell’aloe vera in casa potrà utilizzarne le foglie per ricavarne un gel naturale da diluire nell’acqua.

  • Si taglia una foglia dell’aloe e se ne fa uscire il contenuto, a sua volta, diluito insieme ad un po’ di acqua tiepida in un recipiente.
  • Dopo l’uso è opportuno risciacquare bene.

L’olmo rosso (Ulmus Rubra), in particolare la sua corteccia, possiede numerose proprietà benefiche, a favore, soprattutto, delle mucose. Si utilizza la polvere della corteccia che a contatto con l’acqua sviluppa una sostanza muccilagginosa che svolge benefiche funzioni antibatteriche, antibiotiche e lenisce le irritazioni.

Per ottenere un gel detergente intimo occorrono:

  • 2 cucchiai di polvere di olmo rosso (in erboristeria)
  • 1 tazza (circa 200/250 ml) di acqua

Preparazione.

  • Sciogliete in un recipiente i due ingredienti e applicate sulle parti intime
  • sciacquate abbondantemente con acqua tiepida.

Un ottimo detergente intimo antibatterico si fa con:

  • 1 cucchiaio di yogurt intero bianco
  • 1 cucchiaino di miele di castagno
  • 5 gocce di olio essenziale di lavanda
  • 2 gocce di olio essenziale di tea tree
  • 3 gocce di olio essenziale di garofano
  • 50 ml di sapone liquido delicato neutro

Preparazione.

  • Mettete tutti gli ingredienti in un recipiente e mescolate.
  • Poi trasferite tutto all’interno di un bottiglia di vetro scuro da conservare in frigorifero.
  • Va utilizzato nell’arco di 7/8 giorni. E’ un detergente antibatterico e svolge una funzione riequilibrante della flora batterica.

Consiglio: questi detergenti possono essere utilizzati anche per l’igiene intima maschile.

Ecco altri approfondimenti interessanti:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment